Milan, Origi e Rebic: due jolly per Pioli

Pioli cambia in vista di 7 partite in 22 giorni: l’ex Liverpool e il croato al posto di Giroud e Leao
Milan, Origi e Rebic: due jolly per Pioli© AC Milan via Getty Images
4 min
Antonio Vitiello
TagsOrigiRebicMilan-Monza

Sarà un Milan rivoluzionato quello che affronterà il Monza stasera in un San Siro tutto esaurito. Il tecnico rossonero Pioli dovrebbe effettuare 6-7 cambi rispetto al match vinto a fatica sul campo del Verona domenica scorsa, rotazioni che serviranno a gestire le energie in vista di un tour de force pesantissimo. Il Milan avrà sette partite, compreso le due di Champions, in una ventina di giorni e servirà l’aiuto di tutto il gruppo. «Contro il Monza iniziamo un ciclo di 7 partite in 22 giorni e cominciarlo bene sarebbe importante», ha spiegato Pioli.

Cardinale vuole "shakerare" il Milan
Guarda il video
Cardinale vuole "shakerare" il Milan

Rotazioni

Dunque il Milan che alle 18 proverà a raccogliere la quarta vittoria di fila in questa stagione presenterà delle sorprese e alcuni inediti. Il primo riguarda la presenza dall’inizio di Divock Origi, mai fin qui titolare. Dopo dieci turni di è arrivato il momento dell’ex punta del Liverpool, frenato notevolmente da un fastidioso problema al tendine che però ha risolto recentemente. Pioli lascerà fuori il bomber Olivier Giroud, che invece rispetto al belga le ha giocate tutte, ma l’esclusione più importante riguarda Rafael Leao. Il portoghese non aveva mai fatto panchina e col Monza potrebbe essere la sua prima volta. Pioli vuole preservarlo per la sfida di Champions in programma martedì prossimo, così sarà Rebic a prendere le redini della fascia sinistra. Il croato ha mostrato evidenti segnali di miglioramento dopo l’infortunio alla schiena e sarà premiato con la maglia da titolare.

Storia e romanticismo

La partita non sarà come le altre, Silvio Berlusconi e Adriano Galliani affronteranno da avversari il Milan per la prima volta in serie A. «Sarà una serata particolare con un aspetto un po’ romantico, Berlusconi e Galliani hanno fatto la storia del Milan», ha ricordato il tecnico rossonero. «Per noi sarà una partita difficile, devo fare i complimenti a Palladino per il lavoro che è riuscito a fare e l’identità che ha dato alla squadra. Il Monza difende bene, in modo aggressivo, e palleggia altrettanto bene, hanno gamba e qualità davanti, hanno preso un solo gol da quando c’è il nuovo allenatore». Per l’occasione San Siro sarà di nuovo tutto esaurito, anche per accogliere il presidente e il dirigente più vincenti della storia del Milan con 29 trofei in 26 anni di gestione del club.

Modifiche

L’emozione sugli spalti non interferirà con il gioco in campo, dove il Milan va a caccia di punti per tenere il passo del Napoli e per proseguire nella corsa allo scudetto: «Dobbiamo spingere guardando a noi stessi e non alle avversarie, veniamo da tre vittorie consecutive, ora dobbiamo provare a insistere perché servono punti», ha chiarito l’allenatore rossonero. «Nel campionato italiano non ci sono avversari da sottovalutare e il calendario lo rendi agevole tu con il tuo livello e la tua qualità». Per l’occasione oltre a variare in attacco Pioli dovrebbe modificare anche gli uomini in difesa con il rientro dall’inizio di Simon Kjaer dopo l’infortunio e con Dest collocato sulla fascia destra. In mediana dovrebbe esserci un turno di riposo per Sandro Tonali, al suo posto Tommaso Pobega è il favorito. Bennacer invece era stato risparmiato inizialmente contro il Verona, e stasera partirà dal primo minuto. «Ci sono degli aspetti che sto considerando. Molti hanno giocato tanto ma ho un gruppo di giocatori forti, farò le mie valutazioni non pensando alla partita di martedì ma al ciclo in generale. C’è la possibilità di vedere Origi e Rebic dall’inizio». In porta ci sarà Tatarusanu a causa dell’assenza forzata di Maignan che tornerà solamente nel 2023 dopo l’infortunio al polpaccio. «Siamo dispiaciuti per Mike, è un giocatore importante e stava facendo di tutto per tornare, credo sarà fuori almeno fino a gennaio».

Tutti pazzi per Giroud, l'89% dei francesi lo vuole in Qatar
Guarda il video
Tutti pazzi per Giroud, l'89% dei francesi lo vuole in Qatar


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Milan, i migliori video

Commenti