Napoli, Lobotka direttore d'orchestra: il fulcro della mediana di Spalletti

Freddo nel difendere il pallone, bravo nei cambi di gioco e deciso nei tackle: a Bergamo è stato il migliore in campo
Lobotka© FOTO MOSCA
3 min
TagsnapoliLobotkaSpalletti

NAPOLI - C'era una volta un calciatore triste: la gente gli urlava che era fuori forma, anzi che era proprio grasso; l’allenatore non lo faceva giocare praticamente mai; e tutti dicevano che non valeva neanche la metà della metà dei 20 milioni che il direttore sportivo, a sua volta massacrato di critiche, aveva fatto spendere al suo club per acquistarlo. Sì, le cose sono andate esattamente così per quasi un anno e mezzo. Fino alla magia: il calciatore triste è diventato magro e anche un mago, il pallone c’è e ora non c’è più; il nuovo allenatore lo ha messo al centro della squadra e del progetto più ambizioso con l’etichetta di intoccabile; e quei 20 milioni spesi a gennaio 2020 si sono rivelati un investimento azzeccato. Questa è la storia di Stanislav Lobotka: uno degli artefici della svolta del Napoli che un giorno sognava e oggi può e vuole vincere lo scudetto.

Nuova vita

E allora, Lobo: è così che lo chiamano tutti. Con rispetto e stima. Ma fino a qualche mese fa, beh, lui ne ha sentite di tutti i colori: "Ho vissuto un momento difficile - ha spiegato in un’intervista -: non giocavo e pensavo di cambiare squadra perché volevo godermi il calcio. Poi, è andato via Gattuso e Spalletti ha dimostrato subito di credere in me. Tra l’altro, molti non capivano come fosse possibile che un calciatore costato 20 milioni non riuscisse a giocare. Dicevano che ero grasso". Dopo l’Europeo, però, s’è presentato in ritiro a Dimaro in forma perfetta: ha seguito le indicazioni dello staff medico azzurro e ha smaltito sette chili, e poi s’è affidato totalmente a Spalletti. Che lo ha rivalutato non soltanto con le parole, raccontandogli la storia della fiducia, ma soprattutto con i fatti: regalandogli spazio e affidandogli responsabilità su responsabilità. Esempio pratico: nella stagione precedente, dalla venticinquesima in poi, Lobotka ha collezionato appena 6 minuti di gioco (5 con il Sassuolo e uno con la Lazio), mentre in quella attuale, dalla medesima giornata, è sempre stato titolare salvo con l’Inter e la Lazio per infortunio. E ha sempre fatto la differenza: vita nuova [...]

Rigore di Insigne, gioiello di Politano e tris di Elmas: show Napoli con l'Atalanta
Guarda la gallery
Rigore di Insigne, gioiello di Politano e tris di Elmas: show Napoli con l'Atalanta
Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti