D'Agostino: "Napoli, ora occhio alla Juve"

L'ex centrocampista: "Sarebbe un paradosso arrivare dietro i bianconeri. Peccato che sia andata male per lo scudetto. Quando non sei  abituato a vincere, subentra la paura"
D'Agostino: "Napoli, ora occhio alla Juve"© FOTO MOSCA
2 min

NAPOLI -L’ex centrocampista dell’Udinese, Gaetano D’Agostino, è intervenuto A Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni: Non si possono prendere tre gol in dieci minuti, con l’Empoli è stato un black out inconcepibile. Non me l’aspettavo anche perché tre domeniche fa a mio avviso il Napoli era la squadra favorita per lo scudetto. Poi, è suonato il campanello d’allarme con la Fiorentina, successivamente contro la Roma ho visto una squadra stanca che ad Empoli è crollata".

Scudetto? Tifavo per il Napoli

"Peccato, facevo il tifo per il Napoli e poteva essere una favola meravigliosa, ora gli azzurri devono mantenere il terzo posto. Occhio, perché la Juve ora ci crede, l’ho vista col Sassuolo e va avanti grazie alla mentalità vincente, perché come gioco non c’è paragone con quello del Napoli. Ma quando non sei abituato a vincere subentra la paura, senti addosso la pressione e non sei abituato all’entusiasmo positivo".

Paradosso arrivare dietro la Juve

"Dopo un anno passato a sognare lo scudetto sarebbe un paradosso arrivare dietro la Juve, che ha consolidato il quarto posto e ora fa la corsa sul Napoli: per mentalità loro poi non hanno nulla da perdere, il Napoli deve quanto meno confermare la terza piazza, per una questione d’orgoglio ed anche per un discorso di ranking Uefa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti