Chelsea, Koulibaly: "Riconoscente al Napoli, ma ho fatto di tutto per andare via"

L'ex difensore azzurro, escluso da Potter anche nella partita di campionato contro il Crystal Palace, non rinnega la scelta di lasciare l'Italia per approdare in Premier League
Chelsea, Koulibaly: "Riconoscente al Napoli, ma ho fatto di tutto per andare via"© EPA
2 min
TagsPotterPremier League

Seconda partita dell’era Potter al Chelsea e seconda panchina per Kalidou Koulibaly. Di ritorno dagli impegni con il Senegal, l’ex difensore del Napoli ha vissuto dalla panchina l’intera gara contro il Crystal Palace, vinta per 2-1 dai Blues, così come era accaduto in Champions League contro il Salisburgo.

Potter esclude ancora Koulibaly: panchina anche contro il Crystal Palace

Lo stesso Koulibaly, intervistato poche ore dopo l’insediamento del successore di Thomas Tuchel, aveva minimizzato la cosa, ritenendo giusto che “il nuovo allenatore si affidi all’inizio ai giocatori che già conoscono l’ambiente”. Concetto che KK ha ripreso in un’altra intervista, concessa all’emittente francese “Carré”, nella quale il difensore si dice entusiasta dei primi mesi trascorsi a Londra e della nuova avventura professionale: "Al Chelsea mi trovo benissimo, la mia famiglia si è integrata alla perfezione. Sono arrivato al momento giusto, gioco con calciatori che hanno vinto tanti trofei. Spetta a me dimostrare sul campo che possono contare su di me, per ora sono molto contento e spero di continuare così".

Premier League, ecco la top 11 dei giocatori più costosi
Guarda la gallery
Premier League, ecco la top 11 dei giocatori più costosi

Koulibaly e l'addio al Napoli: "Era il momento giusto"

Koulibaly è poi tornato sulla decisione di lasciare il Napoli, riaffermando il concetto della "scelta di vita": "Sapevo che dopo otto anni il mio tempo al Napoli era finito. Quando viene a chiamarti uno dei migliori club del mondo che ti vuole fortemente per far parte del suo progetto c'è poco da fare: non ho esitato, ho fatto di tutto per andare al Chelsea. Il Napoli mi ha fatto crescere e lo ringrazierò per sempre, là sono nati i miei figli, il Napoli mi ha fatto diventare il calciatore e l’uomo che sono. Ma era arrivato il momento di cambiare".

Tuchel, quando Koulibaly e 313 milioni spesi sul mercato non bastano per salvare la panchina Chelsea
Guarda il video
Tuchel, quando Koulibaly e 313 milioni spesi sul mercato non bastano per salvare la panchina Chelsea


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti