Scontri a Napoli, stangata per i tifosi dell'Union: la decisione del Questore

Le prime conseguenze dopo gli scontri avvenuti martedì in città prima della gara del Maradona di Champions League
2 min

Ecco le prime conseguenze dopo gli scontri avvenuti martedì a Napoli con protagonisti i tifosi dell'Union Berlino appena giunti in Italia. Il Questore di Napoli, infatti, ha adottato dieci provvedimenti, istruiti dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura, di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (Daspo), della durata di cinque anni, nei confronti di altrettanti tifosi tedeschi, tra i 21 e i 47 anni. 

Dove si sono verificati gli scontri?

Come specificato dalla Questura in una nota, "gli scontri si sono verificati nella zona di piazza Dante e via Monteoliveto, dove c'erano numerosissimi "ultras" tedeschi giunti in città. Gli ultras sono stati arrestati dagli agenti della Digos per il reato di devastazione".

Cosa è successo martedì sera a Napoli?

Nella nota si fa riferimento ai fatti: "I sostenitori hanno commesso gravi atti di devastazione e condotte di resistenza, arrecando danni alle auto in sosta, all'arredo urbano cittadino ed aggredendo ripetutamente i reparti delle forze di polizia con sanpietrini, mazze, aste di metallo e di legno e con lancio di petardi e artifici pirotecnici, devastando, altresì, un esercizio commerciale ubicato in Piazza Dante".

uni


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti