Kluivert: "Roma, segno 14 gol e vado all'Europeo. DiFra? Con Fonseca parliamo inglese..."

L'attaccante giallorosso: "L'anno scorso il tecnico aveva troppa pressione e puntava più sulle certezze, lo capisco. Il nuovo mister è adatto al mio calcio, lui e la squadra hanno fiducia in me"
Kluivert: "Roma, segno 14 gol e vado all'Europeo. DiFra? Con Fonseca parliamo inglese..."© ANSA
Jacopo Aliprandi
TagsRomaKluivert

ROMA - "È bello tornare a casa, parlare olandese, dormire nel mio letto... Qualche volta riprendere le vecchie abitudini fa bene". Le vecchie abitudini Justin Kluivert le sta riprendendo anche in campo, convincendo sempre di più il tecnico Fonseca e facendo rivedere le qualità mostrate all'Ajax e che la scorsa stagione forse aveva lasciato ad Amsterdam. "Ma l'anno scorso Di Francesco era sotto pressione e per lui era molto complicato provare qualcosa con i giovani come me", ammette Kluivert in un'intervista ad Algemeen Dagblad. "Quindi il tecnico puntava più sulle certezze, lo capisco. In questa stagione invece sta andando tutto molto meglio con Paulo Fonseca, sembra anche più adatto al mio calcio. E con lui adesso parliamo inglese a Roma e per me è più facile capirlo. In questa stagione sento più fiducia dal club e dai miei compagni, lo sento molto bene. E quando hai fiducia nei propri mezzi accadono le cose belle. Ho segnato due gol in questo inizio di stagione, ma voglio arrivare a dodici, tredici, anche quattordici reti. Posso farcela". 

La Nazionale incontra i piccoli pazienti del Bambin Gesù
Guarda il video
La Nazionale incontra i piccoli pazienti del Bambin Gesù

Kluivert è il giallorosso che ha segnato di più tra gli esterni offensivi, ed è il più impiegato da Fonseca: è sceso in campo in otto partite su nove, rimanendo in panchina soltanto nella gara persa contro l'Atalanta. Anche per questo si aspettava di venire convocato dalla nazionale maggiore: "È vero, non mi spiego la mancata chiamata - ammette l'attaccante ventenne -. Naturalmente sta a me dimostrare che valgo l'Olanda, ma il mio obiettivo è andare all'Europeo. Non mi importa in quale ruolo, se a sinistra o a destra, voglio solo andarci. Stasera giocherò con l'Under21, e non vedo l'ora di mettermi in mostra: non solo al ct Koeman, ma a tutta l'Olanda". Justin ha ritrovato fiducia, la Roma non vede l'ora di riaverlo a Trigoria. 

Nazionale, visita al Bambin Gesù: che festa con i piccoli pazienti!

Spinazzola, sfida a biliardino con i piccoli pazienti del Bambin Gesù
Guarda il video
Spinazzola, sfida a biliardino con i piccoli pazienti del Bambin Gesù

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti