Roma, i carabinieri da Bruno Peres: sequestrato l’attico del brasiliano

Alle 4 i militari hanno apposto i sigilli all'appartamento. Il terzino non ha nulla a che fare con l'indagine
Roma, i carabinieri da Bruno Peres: sequestrato l’attico del brasiliano© LAPRESSE
TagsRomaBruno Peres

ROMA - "Aprite, siamo i Carabinieri". Ad aprire la porta? Bruno Peres. Alle 4 del mattino i militari si sono presentati all'ingresso dell'attico nella zona residenziale del Torrino per apporre i sigilli alla struttura dove vive il terzino della Roma. Il sequestro dell'appartamento è uno dei tanti eseguiti nel corso dell'operazione che ha portato all'arresto di 28 persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in concorso, emissione di fatture ed altro.

Roma, adesso le cessioni. Il messaggio agli agenti: trovare acquirenti per fare cassa

Bruno Peres non ha nulla a che fare con l'indagine, poichè aveva un regolare contratto di comodato d'uso dell'alloggio in cui vive, utilizzato da altri ex giocatori (come Manolas) durante la loro esperienza in giallorosso. Comprensibilmente il giocatore all'inizio non ha creduto al fatto che, quelli che chiedevano di entrare, erano realmente carabinieri e, per questo, si dice abbia chiamato il 112. Una volta rassicurato ha permesso ai militari di entrare e svolgere le attività di rito.

Roma, il baby Calafiori diventa un caso: è stato offerto alla Juve!

Emozione Zaniolo: in campo a sei mesi dall’infortunio con un nuovo look
Guarda la gallery
Emozione Zaniolo: in campo a sei mesi dall’infortunio con un nuovo look

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti