Ecco fino a quando Dan Friedkin resterà a Roma

A Verona in tribuna con il figlio Ryan: l'agenda capitolina è ancora top-secret, ma saranno sempre più presenti

© Getty Images

ROMA - L’occhio del padrone. Ecco un’azienda normale. La nuova era della Roma comincia in uno strordinario clima di ordinarietà: il figlio del presidente, che è l’emanazione diretta del boss, ha seguito la squadra a Verona per la prima partita di campionato. In serata poi è spuntato pure papà Dan, che ha raggiunto il Bentegodi in tempo per il calcio d’inizio. E’ il segnale di una presenza assidua che la famiglia Friedkin vuole codificare, in netta antitesi alla gestione precedente: Pallotta, anche nella fase più partecipativa, si vedeva molto raramente allo stadio per le partite. E per assistere alla sua prima partita da patron della Roma, nel 2011, aveva aspettato oltre un mese.

Roma, Dzeko resta in panchina contro il Verona per tutta la partita
Guarda la gallery
Roma, Dzeko resta in panchina contro il Verona per tutta la partita

Il viaggio

Ai Friedkin invece non potrà essere rimproverato un ritardo del genere. Il rampollo Ryan, già avvistato spesso a Trigoria per assistere agli allenamenti e per conoscere i professionisti a libro paga, si è imbarcato in mattinata da Ciampino su un volo privato, in compagnia di Marc Watts, il presidente del Friedkin Group. T-shirt nera, cappellino e mascherina pure neri griffati però As Roma, Friedkin junior ha raggiunto in poco più di un’ora l’albergo veronese dove alloggiavano Fonseca e i giocatori, ha pranzato con la squadra e nel pomeriggio, dopo una passeggiata discreta tra Arena e dintorni, ha raggiunto lo stadio Bentegodi, dove ha assistito alla partita in compagnia del padre Dan, a distanza di sicurezza come previsto dal protocollo Covid. I due, eleganti in completo grigio, ovviamente hanno parlato a lungo con Fienga anche della questione in sospeso, l’affare Dzeko-Milik.

Fonseca lancia l'allarme: "Abbiamo bisogno di altri giocatori"
Guarda il video
Fonseca lancia l'allarme: "Abbiamo bisogno di altri giocatori"

Il programma

L’agenda dei prossimi giorni è in linea con le precedenti: top secret. Ciò che filtra dall’entourage della famiglia è l’intenzione, da parte di Ryan, di trattenersi a Roma per la scelta della casa (ne ha già visitate alcune nel centro storico) e per rimanere a contatto con la squadra. Con ogni probabilità Friedkin junior debutterà anche all’Olimpico per il gala più atteso, Roma-Juventus di domenica prossima. Ma anche il padre Dan [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Da non perdere





Commenti