Roma in rosso, Friedkin corre ai ripari: alzato l'aumento di capitale a 210 milioni

Solo 141 milioni di ricavi nel 2020, ben novantuno in meno rispetto all'anno precedente: emergenzaa Coronavirus, meno ricavi dagli sponsor e mancata qualificazione alla Champions

© ANSA

ROMA - I Friedkin alzano la posta con l'obiettivo di risanare le casse della Roma. Quest'oggi si è riunioto il Cda della Roma che ha stabililto di alzare l'aumento di capitale, passando dai 150 milioni inizialmente stabiliti fino a 210 milioni di euro con proroga fino a dicembre 2021 (quindi un anno in più rispetto alla scadenza fissata a questo dicembre). Sessanta milioni in più quindi per le casse giallorosse (15 milioni già immessi dal presidente giallorosso sottoform di finanziamento in conto di aumento di capitale) che serviranno per atturare la "strategia complessiva volta al ripristino di una situazione economica e finanziaria dell’Emittente adeguata al raggiungimento dei suoi obiettivi". 

La nuova proprietà sta quindi cercando di risanare le casse del club che - come riportato nel comunicato sull'approvazione del bilancio a giugno 2020 - aveva ricavato nell'ultimo anno solamente 141 milioni di euro, dovuti ovviamente all'emergenza Coronavirus (botteghino e sponsor) e alla mancata partecipazione dalla Champions League e alle mancate cessioni di determinati giocatori. Perdita dell'esercizio da 204 milioni, noventuno milioni in meno di ricavi rispetto al bilancio chiuso al 30 giugno 2019. 

Roma, Fonseca: "Smalling out, Dzeko è motivato. Il Milan non è solo Ibra"

Questo il comunicato sulla richiesta dell'aumento di capitale. 

In data odierna, assieme all’approvazione del risultato di bilancio con una perdita consolidata pari a Euro 204 milioni al 30 giugno 2020, l’Emittente ha comunicato al mercato la decisione del Consiglio di Amministrazione di sottoporre alla prossima Assemblea dei soci – convocata per il 9 dicembre 2020, in prima convocazione, e per il 10 dicembre 2020, in seconda convocazione – la proposta di (i) aumentare fino a Euro 210.000.000 l’importo massimo dell’Aumento di Capitale in opzione deliberato dall’assemblea dei soci del 28 ottobre 2019, in funzione delle nuove esigenze di rafforzamento patrimoniale della Società; e (ii) prorogare fino al 31 dicembre 2021 il termine finale per l’esecuzione di detto Aumento di Capitale.

L’Offerente concorda con la predetta proposta, che fa parte di una strategia complessiva volta al ripristino di una situazione economica e finanziaria dell’Emittente adeguata al raggiungimento dei suoi obiettivi. In linea con quanto evidenziato nel Documento di Offerta, tali obiettivi, con il supporto dell’Offerente, sarebbero certamente agevolati ove, ad esito dell’Offerta, si conseguisse il Delisting della AS Roma, che consentirebbe di dedicare tutte le risorse finanziarie al core business della società.

Roma, Emenalo più vicino: ecco chi è il talent scout che piace ai Friedkin

Inoltre, rispetto a quanto indicato nel Documento di Offerta (cfr. Paragrafi A.5, A.13.2, B.3.2, E.5) si segnala che, a seguito dell’approvazione delle modifiche all’Aumento di Capitale sopra indicate: (i) gli azionisti dell’Emittente non aderenti all’Offerta potrebbero subire un maggiore impatto diluitivo qualora decidessero di non sottoscrivere la propria quota dell’Aumento di Capitale; e in ogni caso (ii) l’ammontare per ciascuna azione della AS Roma, in termini monetari, necessario a mantenere inalterata la propria quota percentuale nel capitale sociale dell’Emittente anche a seguito del completamento

dell’Aumento di Capitale, calcolato sulla base dell’importo massimo incrementato, sarà pari a Euro 0,33 anziché a Euro 0,24 (come era indicato nel Documento d’Offerta) (1).

Roma Primavera strepitosa, derby dominato: Lazio ko 4-0

In considerazione di quanto precede, al fine di consentire agli azionisti di AS Roma destinatari dell'Offerta di effettuare scelte consapevoli in ordine all’adesione all’Offerta, anche tenuto conto delle informazioni sopra riportate, l’Offerente ha concordato con Borsa Italiana la proroga del Periodo di Adesione sino al 6 novembre 2020 incluso (la “Proroga del Periodo di Adesione”) e pertanto:

  1. (i)  il Periodo di Adesione dell’Offerta terminerà alle 17.30 (ora italiana) del 6 novembre 2020 (salvo ulteriore proroga in conformità alla normativa applicabile). Il termine del Periodo di Adesione all’Offerta era inizialmente previsto per 29 ottobre 2020;

  2. (ii)  la Data di Pagamento del Corrispettivo dell’Offerta coinciderà con il 12 novembre 2020 (quarto giorno di borsa aperta successivo al termine del Periodo di Adesione, come prorogato) (salvo ulteriore proroga in conformità alla normativa applicabile). La Data di Pagamento del Corrispettivo dell’Offerta era inizialmente prevista per il 4 novembre 2020.

Commenti