Roma, El Shaarawy a gennaio: ecco perché si può fare

Fonseca lo vuole ancora per arricchire l’attacco: se ne parlerà presto

© LAPRESSE
Roberto Maida

ROMA - Ha festeggiato il compleanno numero 28 a Roma, nella casa dell’Eur ereditata da Kolarov, dove spera di trasferirsi stabilmente. Stephan El Shaarawy sta vivendo un periodo strano, al di là del Covid, perché il campionato cinese è finito da un mese e perché la quarantena gli impone di trattenersi in Italia per rispondere alla convocazione (assai probabile) di Mancini per gli impegni di novembre della Nazionale. Ha un contratto, un ricchissimo contratto fino al 2022 con lo Shanghai Shenhua, ma da metà settembre si allena da solo. Se si fosse concretizzato l’affare last minute con la Roma, a un passo dalla campanella del mercato, oggi sarebbe probabilmente in campo contro il Cska Sofia. Invece è andato tutto a monte per questione di tempi e soprattutto di distanza per l’accordo, non tanto tra El Shaarawy e la Roma quanto tra la Roma e lo Shanghai, che voleva 2 milioni per il prestito oneroso fino a giugno.

Roma, Smalling torna ad allenarsi con il gruppo
Guarda la gallery
Roma, Smalling torna ad allenarsi con il gruppo

Nuova chance

Ma il ricongiungimento con la squadra che più gli è rimasta del cuore è ancora possibile. Fonseca ha chiesto alla società un giocatore offensivo per arricchire la rosa e ha indicato proprio in El Shaarawy il pro? lo giusto, per esperienza e qualità. Il fratello di El Sha, Manuel, non ha mai perso i contatti con la Roma e sta provando a convincere lo Shanghai a liberare Stephan durante l’inverno, quando ripartirà la stagione cinese. Del resto per giocare l’Europeo, El Shaarawy deve accumulare partite di livello nella seconda parte della stagione, obiettivo che a Shanghai sarebbe difficile da raggiungere. La Roma resta la destinazione preferita. Poi è chiaro che se si aprissero altre strade in Italia, El Shaarawy le valuterebbe attentamente.

Fonseca: "Critiche? Penso a lavorare. Smalling e Mayoral titolari"

Rinvio

Non resta che attendere. La Roma, prima di impegnarsi, vuole rendersi conto non solo dell’evoluzione della pandemia ma anche dei tempi di recupero di Nicolò Zaniolo. [...]

Leggi l'articolo completo nell'edizione del Corriere dello Sport - Stadio

Roma, rifinitura pre Cska Sofia. Smalling e Dzeko: che grinta!
Guarda il video
Roma, rifinitura pre Cska Sofia. Smalling e Dzeko: che grinta!

Commenti