Villar, il rimpianto spagnolo si è preso la Roma. Ecco il regista di Fonseca

Elegante, attento e disinvolto: a soli ventidue anni e alla sua prima vera stagione in serie A il talento di Murcia ha concquistato Fonseca e i tifosi
Villar, il rimpianto spagnolo si è preso la Roma. Ecco il regista di Fonseca© LAPRESSE
Jacopo Aliprandi

ROMA - Gonzalo Villar potrebbe diventare il più grande rimpianto spagnolo dei prossimi anni. Lasciato partire per soli quattro milioni, il centrocampista adesso è uno dei migliori prospetti della Serie A e un giocatore su cui Fonseca può fare affidamento. Merito anche della gestione del tecnico portoghese che inizialmente lo ha impiegato con il contagocce per evitare di "bruciarlo", per poi affidargli contro in diverse gare tra Europa League e campionato la regia della squadra confermando qualità, eleganza e quell'esperienza che in realtà non ha mai maturato. 

Roma, è una magia il primo gol di Calafiori: Fonseca aritmeticamente primo
Guarda la gallery
Roma, è una magia il primo gol di Calafiori: Fonseca aritmeticamente primo

Perché fino alla scorsa stagione Villar solcava i campi della serie B spagnola, senza aver mai affrontato partite ad alti livelli e giocatori del calibro della Serie A. Una crescita improvvisa merito del suo enorme talento che con il passare dei mesi sta sbocciando facendo le fortune del club giallorosso. Un acquisto non improvvisato ma preparato e studiato con cura da Petrachi, anticipando di fatto le big spagnole che adesso stanno rimpiangendo di non averlo notato prima. Se la Roma non lo avesse comprato, ora Villar starebbe dimostrando la sua qualità nel massimo campionato spagnolo con il neo promosso Elche, attirando l’attenzione di tutte le grandi squadre europee. Gongola invece la Roma che con soli quattro milioni si può godere uno dei migliori talenti della Spagna, con un contratto blindato fino al 2024. 

Calafiori-Roma: il rinnovo è ormai fatto

A Trigoria sono tutti molto contenti del suo lavoro. Il ragazzo è stato preso in simpatia da tutti, giocatori e staff, per le sue qualità tecniche ma anche per l’impegno di ogni giorno in allenamento. Serietà, sacrificio e dedizione al lavoro: tutte qualità molto apprezzate da Fonseca, i suoi compagni e dai Friedkin che ogni settimana ricevono un report sul lavoro della squadra. La sua occasione l'ha sfruttata alla grande, adesso dovrà continuare a lavorare per farsi trovare nuovamente pronto. Dopo il passaggio a vuoto (come tutta la squadra) a Napoli, il ragazzo contro lo Young Boys ha preso in mano le redini del centrocampo trovando anche un buon feeling con Diawara: sciolto nel palleggio, ha dettato la manovra giallorossa con qualità e idee. Palla al piede ha sempre cercato di creare, mettendo in mostra buona personalità. Non c'è più dubbio che Villar sia un talento molto promettente, valorizzato da una gestione che lo ha tenuto con i piedi per terra. Lo spagnolo lavora aspettando altre occasioni, ma per Fonseca è sempre più difficile tenerlo in panchina. 

Fonseca: “Sono contento, tutti vogliono partecipare. Veretout? Speranza Sassuolo”

Fonseca: "Sconfitta con il Napoli è passato"
Guarda il video
Fonseca: "Sconfitta con il Napoli è passato"

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti