La Roma piange la scomparsa di Fabio Enzo, attaccante negli anni '60

Il 23 ottobre 1966 l'attaccante segnò al derby con un colpo di testa vincente
La Roma piange la scomparsa di Fabio Enzo, attaccante negli anni '60© Foto AS Roma

ROMA - È scomparso Fabio Enzo, attaccante degli anni 60 della Roma. Enzo vestì la maglia giallorossa in tre stagioni, realizzando un gol nel derby. La Roma ha voluto stringersi al cordoglio per il giocatore attraverso il proprio account Twitter ricordando proprio il gol alla Lazio. Queste le parole nel post: “L’ASRoma piange la scomparsa di Fabio Enzo, attaccante giallorosso per tre stagioni negli anni 60, e si stringe al dolore dei suoi familiari“.

Pau Lopez, fine dell'incubo: contro la Lazio la rivincita per archiviare la crisi

Questo il ricordo pubblicato dalla Roma sul proprio sito. 

Il 23 ottobre 1966, al 16' del primo tempo su cross di Peirò, Fabio Enzo segna il gol decisivo nel derby. Esattamente diciassette anni prima del 23 ottobre 1983, derby del “Ti Amo”, lui dice “Ti Amo” con un colpo di testa vincente.

Lazio-Roma 0-1, la partita finisce così. E così inizia l'avventura romanista del giovane attaccante nato il 22 giugno 1946 a Cavallino Treporti (Venezia). È solo alla terza presenza in Serie A, ha vent'anni, fino alla stagione precedente giocava in Serie D nella Tevere Roma. Ce l'aveva portato Walter Crociani, che lo aveva visto dominare a livello giovanile nel torneo di Viareggio e lo aveva sempre tenuto d'occhio.

Il salto alla Roma è grande, ma meno di quello che gli serve per segnare il gol alla Lazio, dato che è alto quasi un metro e novanta. Anzi, nonostante l'altezza il colpo di testa non è neanche la sua dote migliore. Gioca meglio da ala ed è dotato di un tiro potentissimo. Nel periodo in cui militava nella Compagnia Atleti Militari, a fine allenamento lui e Gigi Riva allenavano Zoff con tiri da lontano. E quando a Zoff un tifoso chiese se tirava più forte Enzo o Riva, il portiere futuro campione del mondo non rispose Riva...

Pau Lopez: “Ho faticato per arrivare alla Roma, non voglio andare via”

Alcuni gol dei 10 messi a segno nelle sue 42 partite ufficiali disputate con la Roma arrivano proprio su tiro da fuori. Il 24 dicembre 1966 segna una doppietta nel 4-0 al Torino. Quel giorno allo stadio c'è anche Adriano Zecca, 91 presenze nella Roma tra il 1949 e il 1953, che lo definisce così: “In lui mi è piaciuto il suo modo di lanciarsi impetuosamente nel vivo di ogni azione, con un coraggio e una decisione davvero ammirevoli.

È dotato di un tiro potente, che scocca con disinvoltura da qualsiasi posizione. Nei contrasti si trova a suo agio, non ha scatto, ma se lanciato in profondità la sua velocità aumenta e diventa una forza della natura inarrestabile. Ha una carica agonistica eccezionale. Può diventare l'erede di Volk”.

Non lo diventerà, ma il suo contributo è comunque fondamentale. Il suo inserimento al centro dell'attacco, infatti, consente a Peirò di esprimersi al meglio e tutta la squadra ne trae giovamento. Il suo primo anno è il migliore, al termine della seconda stagione viene mandato in prestito al Mantova, torna per poche partite nelle prime fasi della stagione 1969/1970, segnando anche un gol in Coppa Italia, poi viene venduto al Cesena. Continua a giocare fino al 1983 quasi sempre in serie minori, tranne un breve passaggio al Napoli in A.

Roma-Inter, 2-2 show all'Olimpico: super gol, sorpassi e rimonte
Guarda la gallery
Roma-Inter, 2-2 show all'Olimpico: super gol, sorpassi e rimonte

Il meglio di Fabio Enzo, insomma, se l'è goduto la Roma, non solo in campo. Benvoluto da tutti i compagni, era il compagno di stanza di Fabio Capello, si fermava a parlare di cinema e calcio con Pier Paolo Pasolini fino alle 3 di notte, si divertiva a cantare “Bandiera rossa” quando veniva aggregato alla “De Martino” per amichevoli organizzate da un funzionario della Democrazia Cristiana.

È sempre rimasto romanista e fino a pochi anni fa ogni tanto prendeva la macchina da solo e percorreva i quasi 600 chilometri che separano Cavallino Treporti dallo Stadio Olimpico, e altrettanti al ritorno, solo per venire allo Stadio Olimpico a tifare per la Roma.

Tutte le notizie sulla Roma

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti