La Roma conferma Fonseca: la mossa decisiva di Tiago Pinto

In pochi giorni la squadra ha perso le sue certezze e accantonato uno degli obiettivi. I Friedkin sono infuriati ma dopo il summit di ieri hanno deciso di non cambiare. La squadra non ha mollato il tecnico
La Roma conferma Fonseca: la mossa decisiva di Tiago Pinto© lapresse
3 min
Roberto Maida
TagsRoma

«Chi siamo?» Nel labiale shakesperiano di Edin Dzeko, issato sulla barca alla deriva come un capitano coraggioso, c’è il senso di smarrimento della Roma, sospesa tra un presente incomprensibile e un futuro nebuloso. L’unica certezza dopo la figuraccia contro lo Spezia, vincitore sul campo ancora prima che a tavolino, è la continuità: Paulo Fonseca resta al suo posto. I Friedkin, riunitisi allo stadio Olimpico con Tiago Pinto subito dopo la partita, hanno confermato nel summit di ieri mattina la sensazione emersa a caldo: meglio non cambiare subito, senza essere preparati alla successione. Si va avanti fino al secondo round con lo Spezia, sabato in campionato, sperando che la squadra si riprenda. In questo senso il pareggio dell’Atalanta, che lascia la Roma in zona Champions a una giornata dalla fine del girone d’andata, è un timido raggio di sole nella bufera. Ma ora tocca all’allenatore trovare soluzioni rapide ai problemi, che la gaffe delle sostituzioni sbagliate ha vagamente oscurato. Ieri intanto Fonseca, d’accordo con i vertici del club, ha accantonato l’ipotesi di mandare i giocatori in ritiro. Dopo un colloquio con la squadra, ha preferito dare fiducia al gruppo. Che non lo ha scaricato. Tutt’altro. Nel confronto plenario di ieri, durato fino a sera alla presenza della proprietà, di Pinto e Fienga (non Fonseca) è emersa una compattezza di intenti quasi inaspettata.

Roma-Spezia, Fonseca fa sei cambi e diventa bersaglio social
Guarda la gallery
Roma-Spezia, Fonseca fa sei cambi e diventa bersaglio social

Tiago Pinto ha voluto la conferma di Fonseca

I Friedkin sono delusi, come è logico che sia. E’ stato Tiago Pinto, sfortunato per le due sconfitte su due dall’ingresso nella Roma, a insistere sulla conferma di Fonseca. Ma la situazione societaria è particolarmente confusa. Perché Fienga non è più coinvolto nelle decisioni strategiche dell’area sportiva: martedì non era neppure allo stadio. Perché Morgan De Sanctis, convalescente dopo lo spaventoso incidente stradale, continua a occuparsi del settore giovanile (che si avvia a riprendere l’attività). Serve tempo ai Friedkin e allo stesso Pinto per modificare la struttura interna. E’ questo elemento, soprattutto, a dare nuove possibilità a Fonseca, oltre alle indiscutibili qualità che l’allenatore ha dimostrato negli ultimi mesi. 

Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Roma, i giocatori a Trigoria dopo il tracollo con lo Spezia
Guarda il video
Roma, i giocatori a Trigoria dopo il tracollo con lo Spezia


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti