Roma, Spinazzola: “Felice e motivato, vogliamo chiudere in bellezza” VIDEO

Le parole del terzino giallorosso: "Torino gara fondamentale, da sabato penseremo alla finale di Conference League"
3 min
Jacopo Aliprandi

ROMALeonardo Spinazzola è pronto ad aiutare la Roma nelle prossime e decisive sfide tra campionato e Conference League. Prima il Torino, venerdì sera, poi la finale di Tirana in programma il prossimo 25 maggio. Il terzino ha rilasciato alcune dichiarazioni in mixed zone nel corso del Media Day organizzato dalla Uefa. 

Come arrivate alla finale?
"Ci arriviamo bene, ci dobbiamo arrivare bene per chiudere in bellezza questo campionato, Torino è fondamentale. Poi avremo 5 giorni per preparare la finale". 

Tu come ci arrivi? 
"Ci arrivo bene, motivato, felice di essere qui e di poter giocare queste ultime due partite". 

Pensavi a Tirana in questo periodo complicato? Ti ha dato forza? 
"Sinceramente no, pensavo a rientrare in gruppo. Pian piano che miglioravo il pensiero di Tirana mi è entrato in testa". 

Quali sono stati i momenti più difficili in questi mesi? 
"Quando non vedevo progressi nel mio lavoro, battevo la testa sul muro, ma il muro rimaneva integro". 

Spinazzola: “Mi sento bene. Pronto per Torino e Feyenoord”
Guarda il video
Spinazzola: “Mi sento bene. Pronto per Torino e Feyenoord”

Con l'abbraccio dell'Olimpico cosa hai trovato? 
"La gente romanista è stata sempre generosa con me e all'Olimpico è stata un'emozione bella"

Tu e Zalewski insieme? 
"Nico sta facendo bene e deve continuare, poi ci deve pensare il mister"

Come sta approcciando il mister alla finale? 
"Ancora non c'è stato l'approccio alla finale, abbiamo una finale che è venerdì e il mister ci fa concentrare solo su quella". 

Quanti minuti hai nelle gambe? 
"Non lo so, dipende dalla partita. Se attacchiamo e basta è più facile, se è aperta è normale che abbia più difficoltà fisica. Sono felice, vediamo quanti minuti avrò in queste due partite". 

La Roma poteva far di più? 
"Siamo una grande squadra, poi è normale che quando giochi il giovedì, la domenica, coi viaggi, qualcosa perdi sempre. Siamo stati l'unica squadra che ha fatto questo percorso, tra il freddo e i campi in sintetico"

Vi sentite favoriti col Feyenoord? 
"Non voglio pensarci. Dobbiamo pensare solo al Torino". 

La finale più importante per te, dopo quella mancata agli Europei?
"Diciamo di si".

Italia-Argentina è un obiettivo per te? 
"Vediamo adesso sto cercando di mettere più minuti possibili nelle gambe. Mancini mi ha detto che era contento fossi tornato". 


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti