Pippo Inzaghi, attacco durissimo a Sabatini: "Chiede scusa, ma..."

L’ex allenatore della Salernitana: "Confermo che per due volte ho paventato le mie dimissioni, ma sono sempre stato persuaso a continuare"
2 min

SALERNO - Pippo Inzaghi non ci sta. Dopo l'esonero e le parole di Sabatini ("Mi scuso, non l'ho aiutato abbastanza"), l'ex allenatore della Salernitana ha risposto in maniera durissima al direttore sportivo granata. Il passaggio chiave della lettera scritta su Instagram è questo: "Ho sposato il progetto con trasparenza e quest’ultima è ciò che avrei voluto, soprattutto sul mercato che, a mio avviso è stato tardivo e non in linea. A poco servono oggi le frasi consolatorie del direttore Sabatini, anche perché non vedo il senso di chiedere scusa su un proprio errore e tagliare la testa ad un altro". Inzaghi, inoltre, ha confermato che "per due volte ho provato a scuotere l’ambiente dall’interno, paventando le mie dimissioni ma sono sempre stato persuaso a continuare perché infondo anche per me vale una sola frase: fino alla fine"

Inzaghi e il messaggio a Salerno   

In conclusione Inzaghi ha scritto: "Io vivo per il calcio e per la lealtà che mi ha insegnato è per questo che amo la tifoseria, perché è leale e purtroppo è ciò che vorrei anche all’intero dell’ambiente ma forse sono utopico. Infine a poco servirebbe dire che la Dea bendata con noi ha girato la testa da un’altra parte. Ora spero tutto ritorni a girare come la piazza merita ed auguro ai miei giocatori di continuare il percorso di crescita iniziato 3 mesi fa assieme! Li abbraccio tutti con affetto, vi abbraccio tutti con affetto e sempre macte animo". 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti