Venezia, Zanetti esulta: "Battuta una Fiorentina davvero forte"

Il tecnico: "Bisogna avere l'umiltà di sapere chi sei. Noi dovevamo fare punti"
Venezia, Zanetti esulta: "Battuta una Fiorentina davvero forte"© LAPRESSE

VENEZIA - "L'esultanza a fine partita? Il trasporto è grande, si cerca di restare lucidi. Sono contento perché abbiamo battuto una Fiorentina davvero forte. E per farlo abbiamo messo tutto quello che avevamo in campo". Lo ha dichiarato a Dazn il tecnico del Venezia, Paolo Zanetti, dopo la gara con la Fiorentina: "Vacca? In senso sportivo abbiamo un rapporto d'amore, c'è infinita stima reciproca: ci siamo dati tanto a vicenda e lo dimostriamo in questi momenti. Magari ci fossero tanti come lui da allenare. Aramu? Era bloccato in campo quando sono arrivato qui e l'ho messo in una posizione dove ritenevo potesse dare di più e lo sta dimostrando anche in A. Si spende molto anche in difesa, è intelligente. Oggi si è messo a svariare sulla loro difesa, e visto che sono molto aggressivi sul recupero palla, il gol è nato da una di queste occasioni. Noi abituati alla A? Bisogna avere l'umiltà di sapere chi sei. Noi dovevamo fare punti, oggi affrontavamo una squadra molto forte. Un po' bisogna concedere e adattarsi al loro modo di giocare. Abbiamo fatto di necessità virtù". Ultima battuta su Haps "Ha fatto una partita ottima, considerando che era all'esordio. Lo abbiamo preso dal Feyenoord e ha già dimostrato il suo valore. Ha molta corsa ma deve registrare tante cose nella difesa a quattro. Contro un avversaria difficile ha avuto modo di mettersi in mostra ed è stato molto ordinato", ha concluso Zanetti.

La Fiorentina crolla a Venezia: al Penzo decide Aramu
Guarda la gallery
La Fiorentina crolla a Venezia: al Penzo decide Aramu

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti