Benevento, clamorosa sconfitta: in finale va il Cittadella
Serie B
0

Benevento, clamorosa sconfitta: in finale va il Cittadella

I granata di Venturato ribaltano il ko dell'andata con le reti di Diaw, Panico e Moncini e si guadagnano l'accesso all'ultimo atto dei play off

BENEVENTO - Ribaltone clamoroso al Vigorito: il Cittadella, dopo aver perso l'andata delle semifinali play off in casa, si impone 3-0 sul campo del Benevento e stacca il biglietto valido per la finale, in programma giovedì 30 (l'andata) e domenica 2 giugno (il ritorno) contro la vincente del doppio confronto tra Pescara e Verona (0-0 all'andata). Sembrava fatta, per la squadra di Bucchi, dopo il successo del Tombolato: al Benevento sarebbe bastato un pari per approdare all'ultimo atto della post-season, ma invece il Cittadella con una prova concreta, solida e spietata ha ribaltato ogni pronostico. Già nella prima frazione la squadra di Venturato aveva cambiato l'inerzia della sfida, con le reti di Diaw e Panico: una montagna che è diventata impossibile da scalare per un Benevento complessivamente troppo impreciso quando Moncini in avvio di ripresa, con un colpo di tacco, metteva la firma sul tris granata.  

La partita 

Primo squillo di tutto l'incontro al 6' quando, dopo un cross di Insigne, la palla viene respinta da Frare per arrivare nella zona dove gravita Bandinelli che conclude a lato. All'8' a provarci è Insigne: colpo di testa che il portiere del Cittadella Palerari devia in calcio d'angolo. Al 20' viene annullata una marcatura al Benevento: sugli sviluppi di un calcio d'angolo calciato da Viola (che col mancino disegna una traiettoria a rientrare) la palla termina in fondo al sacco, ma viene ravvisato un fallo in attacco. Al 35' ancora il Benevento alla conclusione, ma Paleari è reattivo sulla conclusione scoccata da Ricci. Al 38' è però il Cittadella a trovare il bersaglio grosso: gli ospiti vanno via in contropiede, palla per Diaw il quale supera anche il portiere avversario Montipò in uscita disperata e deposita la palla in rete, 0-1. Il Cittadella sfiora il raddoppio al 41', con il colpo di testa di Siega che impatta sul palo alla sinistra di Montipò. Ma il bis dei granata arriva poco dopo: quando sul cronometro scocca il 44', Panico rientra col pallone sul destro e scocca una conclusione che (complice una deviazione di Viola) sorprende Montipò, 0-2. 

Secondo tempo

Nella ripresa, Bucchi prova a dare nuova linfa al reparto offensivo inserendo Improta in luogo di Ricci e schierandosi col tridente. Ma è il Cittadella, al 9', a colpire ancora una volta: Branca dalla sinistra mette il pallone in mezzo all'area dove Moncini, con un colpo di tacco cala il tris granata. Gli ospiti sfiorano anche il poker al 12' ma Montipò salva tutto. Eppure la squadra  di Venturato prosegue la propria caccia alla quarta rete: al 25', sugli sviluppi di una palla inattiva, Iori trova anche il colpo di testa vincente, ma la marcatura viene annullata per offside, anche dopo la consultazione del Var da parte dell'arbitro Sacchi. Al 38' Coda reclama per una trattenuta in area, con l'unico risultato di vedersi fischiato un fallo contro dal direttore di gara. Al 40' Insigne cerca di riaprirla con una conclusione di prima intenzione: Paleari c'è e ne devia la traiettoria in calcio d'angolo. Poi, al 43' è la volta di Buonaiuto, di testa: Adorni si oppone, è solo corner. Il recupero è infinito: Sacchi concede 7 minuti alle speranze giallorosse, ma praticamente non succede più nulla: al triplice fischio la festa è tutta del Cittadella.

 

Tutte le notizie di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

 

 

In edicola

Prima pagina