70enne sale in auto e parte, ma poi si accorge che non è la sua

È successo in provincia di Savona. Un 70enne con l’abitudine di lasciare le chiavi nel quadro, è salito su una Fiat Punto nera identica alla sua e ha proseguito le proprie commissioni. Nel frattempo l’altro proprietario aveva chiamato i carabinieri
70enne sale in auto e parte, ma poi si accorge che non è la sua

Sono ancora in pochi coloro che lasciano le chiavi nel quadro della propria auto e poi se ne vanno a fare le commissioni. E tra quei pochi casi accadono episodi esilaranti come quello successo a Toirano, in provincia di Savona. Un settantenne, infatti, è salito a bordo di una vettura uguale alla sua (una Fiat Punto nera) che aveva anche le chiavi inserite, non accorgendosi che in realtà l’auto era di un’altra persona.

Gli rubano l’auto, la ritrova grazie alle multe dei ladri

“Falso” furto

Forse distratto dagli acquisiti appena fatti in panetteria, l’uomo non si è reso conto di salire a bordo di un’auto non sua e ha messo in moto. Sono bastati pochi minuti perché si rendesse conto di quanto accaduto, ma nel frattempo l’altro proprietario (anche lui possessore di una macchina identica e anche lui così ingenuo da lasciare le chiavi nel quadro) aveva chiamato i carabinieri perché convinto che la Punto gli fosse stata rubata. Poco dopo, l’automobilista “finto ladro” è tornato nel luogo dell’equivoco e tutto si è risolto.

Roma, ruba una Lancia Delta: l’inseguimento della polizia

Commenti