Sfidava gli autovelox con la targa coperta, multa da 6mila euro per lo scooterista

Non solo la sanzione, anche i punti patente e la sospensione plurima della licenza di guida: l'uomo, diventato un incubo per la Polizia, nascondeva la targa con il casco. Ci sono voluti mesi per acciuffarlo
Sfidava gli autovelox con la targa coperta, multa da 6mila euro per lo scooterista
TagsAutoveloxscootermulta

Sarebbe stato un gran pilota in gara, data la costanza e la capacità di tenere sempre alti i giri del motore. Invece, il protagonista di questa vicenda è diventato nel tempo il nemico numero uno della polizia locale di Santo Stefano di Magra (La Spezia).

Patente sospesa cinque volte

A bordo del suo scooter, l’uomo ha passato l’ultimo periodo a sfidare gli autovelox della zona: sfrecciava a tutta velocità con la targa coperta dal casco. I dispositivi fotografano il veicolo, ma gli agenti non riuscivano mai a identificarlo. Era da giugno che erano iniziati i verbali, naturalmente mai pagati. Quando gli agenti sono riusciti a capire chi fosse il reo, hanno notificato 19 verbali contestati per eccesso di velocità, per un “bottino” di: 5.909 euro di multa, decurtazione di 69 punti patente, 5 sospensioni della licenza di guida.

Commette 7 reati in un anno al volante della Porsche: Bendtner rischia il carcere

Incolpato il figlio

L’uomo, un cinquantenne di Aulla, è stato convocato al comando di Polizia: quasi ogni giorno spuntava nei video di sorveglianza, con velocità sempre oltre il limite e spesso oltre i 100 km/h. Quando è stato convocato, ha incolpato il figlio e il nipote dichiarando come fossero loro a prendere il mezzo quotidianamente. Le indagini hanno smentito questa tesi, facendo ricadere su di lui anche l’accusa di occultamento di atti veri

Incidenti stradali a Roma 2021: quasi 20mila in nove mesi

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti