Napoli, Roma, Milan e Ajax: le ultimissime

Victor Osimhen in viaggio verso Marrakech. Kouame condivide via social i postumi del fallo di Lukaku. Ibra torna in rossonero.
Napoli, Roma, Milan e Ajax: le ultimissime
3 min

Victor Osimhen è in viaggio. L'attaccante del Napoli, alla vigilia della gara di Champions League contro lo Sporting Braga, partita decisiva per l'accesso agli ottavi di finale, è partito per Marrakech con un volo privato. Motivo? La cerimonia per la premiazione del Pallone d'oro africano.

Nel pareggio conquistato in rimonta dalla Fiorentina all'Olimpico contro la Roma, Christian Kouame è stato decisivo. Prima fornendo l'assist per l'1-1 da Martinez Quarta, un cross dalla sinistra dopo una finta su Romelu Lukaku, poi causando l'espulsione dell'attaccante belga nel finale (la seconda dopo quella di Nicola Zalewski per i giallorossi, che hanno chiuso in nove). L'esterno ivoriano ha rischiato grosso ma per sua fortuna le conseguenze non si sono rivelate serie come temuto: di qui il messaggio 'Thanks God', con uno sticker di ringraziamento, che ha accompagnato l'immagine scattata nello spogliatoio dell'OIimpico.

Zlatan Ibrahimovic torna al Milan, per "rafforzare la cultura vincente" dei rossoneri. L'annuncio, atteso da settimane, è stato fatto da RedBird, il fondo di investimenti americano proprietario del club. Ibra sarà partner operativo e "collaborerà con il team di investimento globale della società". Nel Milan"Ibra ricoprirà il ruolo di senior advisor della proprietà", lavorerà "in stretto coordinamento" con la proprietà con un "ruolo attivo nelle operazioni sportive e commerciali"

L'Ajax torna a far parlare di sé non soltanto per la rimonta in Eredivisie che, dalla zona retrocessione, lo ha visto velocemente risalire fino al quinto posto, ma anche per una bella iniziativa andata in scena nella gara contro lo Sparta Rotterdam. L'Ajax, infatti, ha giocato con una maglia dove, al posto del nome del calciatore sopra al numero, sono comparsi tre puntini. Il motivo? Sollevare l'attenzione sull'odio social e gli attacchi con offese e minacce ai calciatori. "Purtroppo a riceverli non sono solo i nostri calciatori - ha spiegato l'Ajax con una nota - ma è un approccio diventato molto diffuso e con un grosso impatto su tantissimi utenti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti