Tennis
0

Kyrgios attacca Djokovic: "E lo stupido sarei io?"

Il tennista australiano duro con il collega serbo: "Quello che ha fatto lui batte qualsiasi mia cosa fatta in passato"

Kyrgios attacca Djokovic:

ROMA - La notizia della positività al coronavirus di Novav Djokovic, dopo i casi confermati di Grigor Dimitrov, Borna Coric e Viktor Troicki durante la celebrazione dell'Adria Tour a Belgrado e Zara ha lasciato il mondo del tennis sotto shock. Sono state tantissime le critiche nei confronti del serbo, anche perché nelle ultime settimane c'era stata molta cautela nel valutare il ritorno alla competizione. Djokovic invece, ex presidente del Consiglio dei Giocatori dell'ATP, ha tenuto il suo torneo espositivo dell'Adria Tour senza rispettare i protocolli di sicurezza, abbracciando i partecipanti e celebrando gli eventi con il pubblico nonostante i rischi connessi.

Kyrgios duro contro Djokovic

Uno dei più critici dopo aver saputo della positività di Djokovic è stato l'australiano Nick Kyrgios, che durante questa pandemia è stato uno dei tennisti che ha sempre richiesto il ritorno al tennis solo quando fosse diventato completamente sicuro farlo. Kyrgios ha reagito duramente, mostrando il suo sdegno per il serbo in questo messaggio. "Oh cavolo. Le mie preghiere per tutti i giocatori che hanno contratto il coronavirus. Non ditemi adesso che ciò che ho fatto in passato sia stato irresponsabile o stupido. Questo li batte tutti". Queste le parole di Kyrgios, che ha condiviso il video della festa notturna a cui ha partecipato Djokovic a Belgrado nella prima tappa dell'Adria Tour.

Djokovic, festa in discoteca senza mascherina

Tutte le notizie di Tennis

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti