Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile Pool Promozione, Civita Castellana torna alla vittoria

Volley: A2 Maschile Pool Promozione, Civita Castellana torna alla vittoria
© Legavolley/Torcivia

Dopo tre sconfitte consecutive la formazione di Spanakis vince il lunch match contro Aversa 3-1 (23-25, 25-20, 25-20, 25-21) e rilancia le proprie ambizioni per entrare nella griglia Play Off

Sullo stesso argomento

 

domenica 5 marzo 2017 15:31

VITERBO-La Ceramica Globo Civita Castellana ricomincia dalla Sigma Aversa il girone di ritorno dopo tre sconfitte nelle ultime gare: all’andata i civitonici si imposero per 3-0 in gara esterna al PalaJacazzi con una buona prova corale che fece partire con il piede giusto l’avventura nella pool; gli aversani di ora sono in un buon momento di forma e nell’ultimo match hanno sfilato due punti alla Conad Reggio Emilia con un Libraro super, attestandosi sempre all’ultimo posto in classifica ma riducendo il gap verso l’alto, in una disperata ricerca di non perdere il treno delle prime otto che vuol dire accesso ai playoff.

Anche Civita è reduce da un 3-2, ma con un solo punto guadagnato contro Santa Croce e un ottavo posto attuale dietro a Reggio Emilia (vincente nell’anticipo contro Siena e quindi con una gara in più) da difendere. Alessandro Preti fermo ai box nell’ultimo incontro per un risentimento muscolare non recupera ancora e coach Spanakis schiera dal primo punto Andrea Ippolito.

Formazioni iniziali con Marchiani-Banderò in diagonale, Marinelli-Ippolitoin posto quattro, Celic-Valsecchi centrali e Cicola in regia difensiva per i rossoblù di casa, cui coach Bosco risponde con Putini-Santangelo, Libraro-Hister, Robbiati-Giacobelli e Vacchiano libero.

La parallela vincente di Hister inaugura il match poi squadre appaiate fino al 6-6 con Marinelli e Banderò a guidare l’offensiva laziale e Cicola a sobbarcarsi il peso della ricezione. Putini testa i suoi trovando capitan Libraro e Hister i più in palla. Nessun block vincente, ricezioni che tengono bene e Civita contro Aversa si gioca per ora solo sulla fase punto (13-13). Aversani che strappano a +3 (14-17) complici alcune sbavature avversarie e un servizio con troppi errori, ma la Globo è vivace e ricuce. Valsecchi-Ippolito contengono bene Santangelo a muro e Banderò trasforma: partita in equilibrio fino alla ventina, raggiunta da Robbiati in primo tempo e da Civita sull’errore al servizio di Hister. Sacripanti in battuta e nello scambio videocheck favorevole ai padroni di casa per un presunto tocco del muro, poi smentito, sull’attacco out di Libraro. Muro vincente di Robbiati su Marinelli e Spanakis chiama tempo quando siamo sul 21-22. Finale di set a firma di capitan Libraro con la chiusura in primo tempo di Giacobelli (23-25).

Secondo parziale con l’allungo inziale di una Globo più aggressiva e una Sigma che con il regista Putini si intestardisce su una pipe che non riesce. Coach Bosco suona infastidito la sirena sul 7-3: la sveglia sortisce effetto e ospiti che colmano parzialmente il gap con un buon gioco al centro, fino allo stop imposto a Robbiati da una grande opposizione di Celic per il 13-9 interno. Globo poi dirompente e ancora time out ospite sul mani-out di Ippolito, quando il tabellone segna 16-11. Ventesimo punto siglato dall’errore dai nove metri di Hister (20-17). Banderò ace per il 22-18, poi errori aversani e set point messo a terra dallo stessosqaa Banderò con una grande parallela (25-20).

Putini cerca in Libraro il risolutore della fase offensiva, ma sono ancora i padroni di casa a condurre il gioco in avvio, con il primo tempo di Valsecchi a segno per il 4-2 e le traiettorie potenti di Banderò. Sigma in evidente difficoltà di idee ed estremamente fallosa (10-5) inserisce Valla su Hister. Robbiati pesca l’ace e Libraro trova la continuità che riavvicina i suoi, invitando Spanakis al discrezionale (12-11). Ottimo Valsecchi in attacco e nuovo allungo civitonico. Il muro di Robbiati su Banderò completa la rimonta ospite (14-14) poi è testa a testa tra le due formazioni. Ippolito ben smarcato da Marchiani piazza la diagonale del 18-16 e poi con il mani-out porta la Globo sul 19-17, prima dell’errore di Santangelo in attacco che fa scavallare la decina.  Magia di Marchiani che in difesa rialza la palla da un centimetro da terra e Banderò trasforma (21-19). Finale verdeoro con il potente ace di Banderò e set point rossoblù…sul servizio spin successivo del brasiliano attimi di silenzio e videocheck che assegna d’ufficio la vittoria agli uomini di Spanakis (25-22).

Tre spettacolari ace di capitan Ippolito e Globo sulle ali dell’entusiasmo nel quarto set (5-4). Celic mette in mostra le sue qualità in attacco con gli aversani che mostrano tempra con Santangelo e Libraro non permettendo la fuga (9-8). E’ super Ippolito, ancora micidiale dai nove metri e in attacco, ben coadiuvato da Marinelli innestato in combinazione. Il tecnico ospite ferma tutto sul 16-12. Strappo decisivo per i laziali con il muro di Celic su Libraro che sembra segnare la resa dei campani.

Santangelo riapre uno spiraglio sul 20-17 con una pregevole conclusione ma non c’è tempo ormai: Celic sbarra la porta e Marinelli chiude 25-21 un grande match dei civitonici (25-21).

Civita Castellana torna alle vittoria dopo tre sconfitte e scenderà subito in campo mercoledì 8 marzo alle 20.30 sul campo di una Emma Villas Siena che, sconfitta nella giornata da Reggio Emilia e capitolata all’andata contro la Globo, sarà ancora di più un avversario oltremodo temibile in cerca di riscatto.

IL TABELLINO-

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA - SIGMA AVERSA 3-1 (23-25, 25-20, 25-20, 25-21)

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA: Marchiani 1, Ippolito 11, Valsecchi 8, Banderò 22, Marinelli 19, Celic 7, Saturnino (L), Sacripanti 0, Cicola (L). N.E. Bortolozzo, Pellegrino, Preti, Gaia. All. Spanakis.

SIGMA AVERSA: Putini 3, Libraro 10, Giacobelli 9, Santangelo 16, Hister 9, Robbiati 5, Attanasio (L), Vacchiano (L), Di Florio 0, Montò 0, Valla 3. N.E. De Rosas, Razzetto, De Paola. All. Bosco.

ARBITRI: Mattei, Turtu'.

 NOTE - durata set: 32', 24', 27', 29'; tot: 112'.

Articoli correlati

Commenti