Mondiale per Club: Civitanova già in semifinale

Con il successo per 3-0 (25-19; 25-13; 25-21) sugli argentini dell'UPCN De Cecco e compagni si assicurano il passaggio del turno. Domani i cucinieri dovranno battere i brasiliani del Funvic per vincere il girone
Mondiale per Club: Civitanova già in semifinale© Fivb
TagsCucine LubeUPCN

BETIM (BRASILE)- Esordio da applausi della Cucine Lube Civitanova al Mondiale per Club e qualificazione lampo alle Semifinali. Bastano 60 minuti ai biancorossi per mettere le cose in chiaro sul campo del Ginasio Divino Braga di Betim. La difesa del titolo si apre con un’affermazione netta, per 3-0 (25-19, 25-13, 25-21), e una supremazia a tratti imbarazzante contro gli argentini dell’UPCN San Juan, che restano a quota zero nella Pool A e salutano la rassegna iridata dopo sole due gare. I cucinieri balzano così in vetta al girone con 3 punti, a +1 sui prossimi rivali del Funvic. Una corsa senza confini quella dei cucinieri, che tra SuperLega, Champions League e Mondiale sigillano la decima vittoria consecutiva.

Fatta eccezione per qualche errore di troppo, contro i sudamericani la Cucine Lube di Chicco Blengini comanda il gioco e impartisce il ritmo al match con accelerate improvvise dominando al servizio (9 ace a 2), in attacco (69% contro 39% dei rivali), facendo il vuoto a muro (12-2) e senza traballare in ricezione.

Preziosa la regia di De Cecco, così come ottimo è il contributo dell’argentino al servizio, devastanti le finalizzazioni del cubano Yant (top scorer con 15 punti) quando tramuta in qualità la sua irruenza, una barriera insormontabile Simon con 5 muri personali. Bene anche Gabi Garcia (14 punti) e Lucarelli (11). Sempre sul pezzo Anzani, Balaso, così come Marchisio e Diamantini dopo i loro ingressi.

Nel primo set (25-19) i biancorossi mettono in difficoltà la ricezione ospite con le battute di De Cecco (3 ace per lui) e una serie di attacchi ben distribuiti (63%), ma qualche imprecisione nel gioco tiene vivo il parziale (20-19). Il buon lavoro globale a muro (5-0) e le prodezze di Simon sventano la rimonta. Secondo set più agevole (25-13) per la Lube, che sbarra la strada a muro con Simon (12-8) e prende il largo 20-12 sfoggiando poi 3 ace consecutivi di Yant. Nel terzo set (25-21), all'unico time out tecnico previsto dal regolamento la Lube è già in fuga (12-7). Poi Yant si porta sui nove metri e allunga (16-10). Nel finale c'è tempo per un tentativo di rimonta, ma San Juan può solo limitare i danni.

Prossimo appuntamento nella Pool A tra meno di 24 ore, ovvero alle 21 italiane di giovedì 9 dicembre contro i brasiliani del Funvic che nel primo match (giocato martedì) hanno vinto 3-2 in rimonta contro l’UPCN.

Biancorossi in campo con De Cecco al palleggio per il finalizzatore Garcia Fernandez, Simon e Anzani al centro, Yant e Lucarelli laterali, Balaso libero. Argentini schierati con la diagonale Brajkovic-Goncalves, Flores e Jaraba Berrio al centro, Armoa e Melgarejo in banda, Perren libero.

Folata iniziale della Lube che bombarda Armoa al servizio per limitarlo e prendere il sopravvento con Yant (8-3). Gli argentini crescono dai 9 metri (8-7) centrando il pari su ace (10-10). La Lube risponde con il terzo personale di De Cecco e il grande lavoro biancorosso a muro con +3 siglato da Garcia sul successivo attacco (14-11). Qualche errore e una presunta invasione di Simon tengono in vita San Juan (15-14), ma il centrale cubano si riscatta al servizio (17-14). Si procede a strappi e il ritmo di gioco si abbassa (20-19), ma quando la Lube spinge sull’acceleratore l’UPCN soffre, come nei due punti di Simon (attacco e muro), seguiti dalla leggerezza di Armoa (23-19). L’ennesimo muro marchigiano vale il 24-19, l’attacco out di Goncalves consegna il set alla Lube (25-19).

Anche nel secondo set Civitanova parte con il piede giusto martellando i rivali e sfoggiando block importanti, come quelli del 9-6 e del 12-8 targati Simon. Coach Fabian Armoa si affida alla diagonale di scorta inserendo Bozikovich e Caceres, ma il parziale di 3-0 con ciliegina finale di Anzani porta Civitanova sul 15-9. I campioni d’Italia dilagano con la pipe di Lucarelli. Sul 20-12 Yant (6 punti nel set) prende il pallone a va al servizio infilando 3 ace che danno il colpo di grazi all’UPCN (23-12). Anche il secondo set si chiude con un attacco out di San Juan, Melgarejo spara fuori e la Lube chiuse 25-13.

Il terzo set si apre con Diamantini nel sestetto e la Lube si controlla il gioco portandosi sul 9-6 con il dodicesimo punto personale di Yant, il terzo a muro. Quando il pallone prende velocità, per l’UPCN diventa molto complicato superare il muro biancorosso e le manone di Simon (12-7). La serie al servizio di Yant induce al fallo il palleggiatore e innesca l’ennesimo block di Simon (16-10). Reazione d’orgoglio degli avversari (18-14), che prolungano solo la durata del match. Il canovaccio del set non cambia, De Cecco smarca sistematicamente i compagni, mentre dalla metà campo di San Juan arrivano sassate poco precise (23-17). La Lube spreca due palle set, ma chiude con il pallonetto vellutato di Yant (25-21).

I PROTAGONISTI-

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « La vittoria e la conseguente qualificazione alla semifinale, che visto il risultato della prima giornata tra le altre due squadre inserite nel nostro girone è già sicura, ovviamente ci rendono contenti. Però è chiaro che come livello di gioco dobbiamo crescere, perché tutta la partita abbiamo faticato troppo sia in battuta che in ricezione. Si tratta di due fondamentali molto importanti in una competizione come questa. Vero che si trattava pur sempre della prima partita, e che il fondamentale del servizio è sicuramente influenzato dal prendere confidenza con l’impianto. Resta comunque il fatto che sotto questi punti di vista dobbiamo migliorare andando avanti nel torneo ».

Fabio Balaso (Cucine Lube Civitanova)- « Siamo partiti un po’ contratti, come è normale che sia in una competizione così importante. Però poi ci siamo sciolti e tutto è andato bene. Siamo felici per la qualificazione, ma domani ci aspetta un’altra gara molto impegnativa e altrettanto importante, perché mette in palio il primo posto nel girone. Non vogliamo fermarci, dobbiamo fare un passo alla volta restando concentrati solo ed esclusivamente sul nostro gioco ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA- UPCN 3-0 (25-19; 25-13; 25-21)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 14, Kovar ne, Sottile ne, Marchisio, Juantorena ne, Jeroncic (L) ne, Balaso (L), Zaytsev ne, Lucarelli 9, Diamantini 5, Simon 11, De Cecco 4, Anzani 4, Yant 15. All. Blengini.

UPCN: Olivieri (L) ne, Melgarejo 6, Ibazeta ne, Bozikovich, Caceres, Brajkovic 1, Armoa M. 3, Guillen Goncalves 2, Gallardo ne, Jaraba Berrio 5, Salvo ne, Flores 6, Leal da Silva 4, Perren (L). All. Armoa F.

ARBITRI: Yuri Ramirez e Luis Macias

NOTE: Durata set: 23’, 18’, 22’ Tot.: 63’.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti