Volley: Play Off, Modena batte Trento e raggiunge Perugia in finale

In Gara 4 di semifinale la squadre di Lorenzetti si impone 1-3 (25-27, 25-21, 20-25, 19-25) al PalaTrento e conquista, per il secondo anno consecutivo, il diritto di battersi per il titolo italiano
Volley: Play Off, Modena batte Trento e raggiunge Perugia in finale

TRENTO-La DHL Modena, espugna il PalaTrento e conquista per il secondo anno consecutivo, il diritto di giocare per lo scudetto. In finale troverà Perugia, per una sfida esaltante fra due squadre ricche di fuoriclasse e capaci di giocare una serie di altissimo livello. I campioni di Modena stasera hanno fatto la differenza, ad iniziare da un Bruno Mossa De Rezende particolarmente ispirato che ha distribuito il gioco facendo sempre le scelte giuste per innescare gli uomini dalla mano più calda. Fra gli attaccanti più postivi un super Vettori che ha martellato senza paura dalle bande (24 punti) per lui, poi il solito Ngapeth, meno servito del solito ma comunque decisivo con 19 palle vincenti, positivo anche Bossi che quando è stato chiamato in campo è risultato determinante.

Dall’altra parte del campo la Diatec Trentino è stata penalizzata da qualche sbavatura di troppo nonostante un buon inizio ed un secondo set giocato a tutta. Kaziyski con 19 punti, l’ultimo ad arrendersi.

Modena però l’ha voluta di più e probabilmente si è dimostrata superiore, come squadra e nei singoli, vendicando la sconfitta interna di Gara 3 ed evitando i rischi di Gara 5.

La cronaca del match.

Gli allenatori confermano le formazioni in campo nella parte finale di giovedì sera: Stoytchev rioffre quindi spazio nel ruolo di opposto a Kaziyski in diagonale a Giannelli, garantendo poi fiducia anche ad Antonov e Van de Voorde come compagni di reparto di Urnaut e Solé, con Colaci  libero. Lorenzetti invece schiera Modena con Petric in coppia con Ngapeth in posto 4, Bruno alzatore, Vettori opposto, Bossi e Saatkamp al centro e Rossini libero. L’avvio dei padroni di casa è bruciante: il muro di Kaziyski ferma Vettori e poi Van de Voorde lo imita stampando Saatkamp che aveva già sbagliato in precedenza il primo attacco. Sul 4-0 Lorenzetti interrompe già il gioco, ma alla ripresa è ancora la Diatec Trentino a fare la voce grossa a rete con Urnaut e Solé che mettono il bavaglio rispettivamente a Petric e Vettori per il 10-4. Modena prova a risalire la china approfittando di un paio di sbavature trentine (12-9) ma è un attimo che dura pochissimo perché poi sbaglia anche Ngapeth (14-9). Nel momento più difficile del suo primo set la DHL però riparte e si porta sino al meno due (15-13) per mano di un muro di Vettori su Antonov e di un attacco abbondante di Kaziyski. Un ace di Giannelli (19-16 sul neoentrato Thiago Sens) e un altro muro di Kaziyski su Ngapeth riallargano la forbice (22-18), Vettori non ci sta e firma il meno uno (22-21) e poi Bossi pareggia i conti sul 24. Proprio lo stesso centrale emiliano ferma Urnaut un’altra volta chiudendo sul 25-27 esterno il primo set.
La Diatec Trentino prova a reagire al rientro in campo, prendendo subito in mano le operazioni del gioco grazie ad un ace di Antonov (5-3), seguito da un’accelerazione (12-8) firmata dalla mano pesante di Kaziyski e dal muro di Van de Voorde su Vettori. Modena però non si disunisce e risale sino al 13-11 ancora una volta con Vettori. Proprio un ace dell’opposto parmigiano offre il meno uno (15-14); Matey però è davvero in palla e proietta i Campioni d’Italia sul +4 (21-18 e poi 23-19). Il punto del pareggio nel computo dei parziali arriva quindi in fretta sul 25-21.
Nel terzo set Lorenzetti ripropone Petric (sostituito nella parte finale del precedente periodo da Nikic) in sestetto e la sua squadra ne guadagna un po’ i tutti i fondamentali diventando in fretta padrona del campo (3-7, 4-9). Stoytchev corre ai ripari inserendo Lanza per Urnaut in seconda linea ma la DHL non regala nulla e continua sicura la sua fuga (9-15). Ci prova allora Solé a scuotere la sua squadra (14-18, time out Modena), ma il doppio graffio dell’argentino in primo tempo (16-20) non basta ad invertire la tendenza: gli ospiti si portano sull’1-2 mettendo la parola fine sul set già in corrispondenza del 20-25.
Con le spalle al muro, la Diatec Trentino ritorna sul mondoflex tricolore carica per il quarto set, ma la DHL gli risponde colpo su colpo (5-5) e scappa via con Ngapeth già sul 5-8 e poi sul 7-11. Gli emiliani spingono forte col servizio anche grazie a Saatkamp (8-13) e non permettono ai tricolori di risalire la china (14-18), anche perché il cambiopalla funziona senza perde colpi. Stoytchev spende l’ultimo time out a disposizione sul 14-20, ma non c’è più nulla da fare. Modena si impone 3-1 sul 19-25 con un errore in attacco di Lanza.

I PROTAGONISTI-

Bruno De Rezende Mossa (DHL Modena)- « Nel primo set sono partiti molto aggressivi, li abbiamo aspettati senza perdere la testa, siamo cresciuti in attacco punto dopo punto. Lorenzetti l’ha preparata bene e in campo siamo stati capaci di arginare i loro punti di forza. Siamo maturati molto rispetto allo scorso anno dimostrando che siamo cresciuti anche dal punto di vista emotivo. Ora Perugia che ha dei talenti incredibili, sono forti, secondo me le possibilità di vittoria sono al 50% ».

 Radostin Stoytchev (Allenatore Diatec Trentino)- « L’epilogo del primo set penso sia stato decisivo per il risultato finale; avanti 21-17 mostrando un buon muro, non siamo riusciti a chiudere il parziale in nostro favore e da lì in poi la partita si è complicata decisamente perché abbiamo sicuramente perso la spinta adrenalinica e motivazionale che un successo di quel tipo ci avrebbe dato. Abbiamo infatti avuto energie psico-fisiche per reggere il loro ritmo per un altro set, poi Modena ha preso il sopravvento in tutti i fondamentali e non abbiamo più avuto possibilità di lottare alla pari ».

IL TABELLINO-

DIATEC TRENTINO - DHL MODENA 1-3 (25-27, 25-21, 20-25, 19-25)

DIATEC TRENTINO: Kaziyski 19, Antonov 12, Giannelli 6, Lanza 3, Solé 10, Colaci (L), Van De Voorde 3, Urnaut 2. Non entrati Mazzone, Bratoev, De Angelis, Djuric, Mazzone. All. Stoytchev.

DHL MODENA: Mossa De Rezende 1, Petric 10, Rossini (L), Sartoretti, Ngapeth 19, Nikic 2, Bossi 5, Sens, Saatkamp 11, Vettori 24. Non entrati Donadio, Soli, Casadei, Sighinolfi. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Cesare, Boris.

NOTE - Spettatori 4000, incasso 55732, durata set: 34', 26', 26', 24'; tot: 110'.

Commenti