Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, Molfetta espugna Ravenna al tie break

Volley: Superlega, Molfetta espugna Ravenna al tie break
© Legavolley

Gli uomini di Gulinelli vanno avanti due volte, sprecano nel quarto set l'opportunità di portare via tre punti, ma poi si impongono nella quinta partita. Finisce 2-3 (19-25, 25-20, 19-25, 25-23, 8-15) grazie ad un super Sabbi autore di 31 punti

Sullo stesso argomento

 

venerdì 13 gennaio 2017 23:01

RAVENNA-Nell’anticipo della 19esima giornata, l’Exprivia Molfetta rompe un digiuno di vittorie lontano da casa che durava da quattro mesi (successo a Vibo Valentia nel terzo turno), espugnando al tie break la Bunge Ravenna al termine di una gara molto combattuta. L’Exprivia raggiunge così al nono posto una Bunge apparsa troppo fallosa e in partita solo nel secondo e nel quarto periodo, rilanciando così le sue quotazioni nella lotta per i Play Off. A spingere i pugliesi è soprattutto il bombardiere Sabbi, che ha vinto il duello a distanza con Torres, a cui tra l’altro è stato assegnato il premio UnipolSai MVP del mese di dicembre.

LA CRONACA DEL MATCH-

La Bunge nel primo set prova uno strappo, subito rintuzzato da Olteanu (13-13), poi l’Exprivia sul turno in battuta di Sabbi piazza un break di 6-0 che la fa schizzare sul 14-19. Gli ospiti amministrano il vantaggio sempre con Sabbi e si aggiudicano la prima frazione grazie a un errore in battuta di Torres (19-25). La reazione dei padroni di casa si materializza nel secondo periodo: Van Garderen mette a terra la palla dell’11-9, Sabbi spara lungo quella del 15-11. Un sussulto dei pugliesi vale il 20-18, ma Lyneel realizza due ace di fila (24-19) che spianano la strada al pareggio ravennate. Nel terzo set Torres piazza il muro dell’8-5, ma Molfetta risponde con due ace di Vitelli che cambiano l’inerzia al match: 14-16. Sabbi firma il punto del 17-21 e scava un solco importante con l’ace del 18-24, con i biancorossi che tornano in vantaggio con Olteanu. Il quarto periodo è all’insegna dell’equilibrio fino a quando Van Garderen spara fuori la palla del 10-13, mentre Vitelli piazza due ace di fila per il 12-16 dell’Exprivia. Ravenna si avvicina sul 20-21 e pareggia il conto sul 22-22 (il video check cambia la decisione dell’arbitro sulla schiacciata di Sabbi). I muri di Torres e Raffaelli decidono la frazione, con la Bunge che allunga il match (25-23). Nel tiebreak Joao De Barros spinge sul 2-4 i pugliesi, che schizzano sul 5-10 grazie a due ace di Vitelli e a un muro di Polo. Gli errori di Grozdanov e Torres (7-12) spianano la strada a Molfetta, che chiudono senza problemi il match.

I PROTAGONISTI-

Maurice Torres (Bunge Ravenna)- « Questa era una gara fondamentale, dove i punti valevano il doppio per avvicinarsi alla zona Play Off, ma purtroppo non abbiamo disputato la nostra migliore partita stagionale. Non siamo riusciti a mettere in pratica quello che dovevamo fare ed è stata brava Molfetta ad aggiudicarsi il match. Noi abbiamo avuto un sussulto nel quarto set, quando siamo riusciti a recuperare una situazione complicata, ma nel tiebreak i nostri avversari hanno ricominciato a giocare bene, mente noi ci siamo un po’ persi ».

Flavio Gulinelli (Allenatore Exprivia Molfetta)- « Sono soddisfatto per alcune cose che ho visto, mentre lo sono un po’ meno per altre. Non so quindi se rammaricarmi per un punto perso, oppure se essere felice per i due guadagnati, ma era importante vincere una gara in trasferta, cosa che non ci capitava da tempo. In alcuni match che contano Molfetta è stata in difficoltà, mentre oggi è riuscita a tirare fuori il suo meglio e aggiudicarsi uno scontro diretto fondamentale ».

IL TABELLINO- 

BUNGE RAVENNA - EXPRIVIA MOLFETTA 2-3 (19-25, 25-20, 19-25, 25-23, 8-15)

BUNGE RAVENNA: Spirito 1, Lyneel 15, Ricci 6, Torres 21, Van Garderen 11, Bossi 4, Grozdanov 3, Goi (L), Raffaelli 2, Marchini 0, Kaminski 1. N.E. Leoni, Calarco. All. Soli.

EXPRIVIA MOLFETTA: Pontes Veloso 1, De Barros Ferreira 13, Leite Costa 2, Sabbi 31, Olteanu 12, Vitelli 12, Porcelli (L), Del Vecchio 0, De Pandis (L), Partenio 0, Polo 2. N.E. Jimenez, Hendriks. All. Gulinelli. ARBITRI: La Micela, Pozzato.

NOTE - durata set: 26', 27', 28', 33', 14'; tot: 128'.

Spettatori 1700, incasso 7.500 euro.

MVP: Sabbi

Articoli correlati

Commenti