Siena riporta in Italia Nemanja Petric

Dopo la stagione in Russia al Belogorie Belgorod lo schiacciatore serbo tornerà protagonista nel nostro campionato dove ha già fatto grandi cose a Perugia, Modena e Milano
Siena riporta in Italia Nemanja Petric
3 min
TagsPetricEmma Villas

SIENA- Nemanja Petric torna a giocare in Italia, ha firmato un contratto che lo legherà per il prossimo anno alla Emma Villas Aubay Siena. Per il martello della nazionale serba sarà la nona stagione in Italia dopo gli anni a Perugia, Modena e Milano. Attualmente è a Sofia, in Bulgaria, impegnato nella VNL con la sua nazionale. Stasera la Serbia giocherà alle ore 19 contro gli Stati Uniti.

LA CARRIERA-

Nemanja Petric conosce alla perfezione il campionato italiano. D’altronde lo schiacciatore serbo di 205 centimetri, nato a Srpsko il 28 luglio 1987, ha già giocato per otto stagioni in Italia. Vi arrivò, dopo esperienze in Montenegro e in Belgio, nel 2011. La carriera pallavolistica di Nemanja Petric inizia a livello giovanile nel club della sua città natale, il Fap Livnica. Nella stagione 2005-2006 fa il suo esordio da professionista quando debutta nella massima categoria serba con la maglia del Mladi Radnik, dove rimane per due anni. Nel 2007 entra a far parte del Buducnost Podgorica, nella serie A del Montenegro, team con il quale vince un campionato e due coppe nazionali. Nel 2010 va in Belgio nell’Asse-Lennik, nella massima serie belga. L’anno seguente arriva in Italia. Nel 2011, infatti, va ad indossare la maglia di Perugia, in Serie A2. E fa parte della scalata effettuata dalla compagine umbra. Vince nella stagione 2011-2012 il campionato di Serie A2 e rimane poi a Perugia altri due anni in Superlega. Poi il trasferimento a Modena, per i suoi primi tre anni in Emilia: dalla stagione 2014-2015 a quella 2016-2017. Tre anni nei quali Petric vince uno scudetto, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane (nel 2016 viene anche giudicato mvp di questa manifestazione). Nel 2016 conquista il tricolore, con Modena che nella finale dei playoff per lo scudetto vince per 3-0 la serie contro Perugia: è la Dhl allenata da coach Angelo Lorenzetti e guidata in campo da Bruno e da Earvin Ngapeth, che nella decisiva gara3 mette a segno 29 punti con il 57% in attacco, 3 ace e 2 muri vincenti. Petric chiude quella gara3 con 11 punti (con il 45% in attacco) e un ace. Nel 2017 il suo trasferimento in Turchia all’Halkbank Ankara, con cui vince sia campionato che coppa nazionale. L’anno seguente si sposta in Russia, andando ad indossare la maglia del Belogorie Belgorod: e arriva anche un trionfo europeo per Petric, dato che la sua compagine conquista la Challenge Cup avendo la meglio di Monza. Petric torna poi in Italia. Nel 2019-2020 gioca a Milano, l’anno seguente torna infine a Modena dove gioca per un’altra stagione. L’ultimo campionato il “professore” lo ha disputato in Russia, al Belogorie Belgorod. La sua prima convocazione con la Nazionale serba è datata 2007. Con la Nazionale vince la medaglia di bronzo negli Europei del 2013 in Danimarca e Polonia. Nel 2015 conquista la medaglia di argento alla World League a Rio de Janeiro. Due anni più tardi arriva un’altra medaglia europea, quella di bronzo nell’edizione in Polonia. Nel 2019 arriva il trionfo europeo, Petric conquista l’oro continentale.

 

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti