Punti pesanti per Verona e Siena

Nei match del primo pomeriggio gli scaligeri rifilano un secco 3-0 a Milano mentre i toscani, alla seconda vittoria consecutiva, bissano il successo dell'andata su Cisterna
Punti pesanti per Verona e Siena© Top Volley
12 min
TagswithuEmma Villas

ROMA-Corroboranti vittorie casalinghe, nelle due gare del pomeriggio della 5a di ritorno, per la Emma Villas Aubay Siena che contro Cisterna bissa il successo dell’andata e mette in cascina tre punti pesanti per la salvezza; e per la WithU Verona, che strapazzando l’ Allianz Milano mette di nuovo la freccia sulla Vero Volley Monza.

LE DUE SFIDE-

EMMA VILLAS AUBAY SIENA – TOP VOLLEY CISTERNA-

La Emma Villas Aubay Siena sconfigge la Top Volley Cisterna, conquista la seconda vittoria di fila e si aggiudica tre punti pesantissimi nella corsa salvezza. Al PalaEstra i laziali iniziano bene il match e fanno proprio il primo set, poi i toscani reagiscono con forza. Pinali, Petric e Van Garderen mettono giù punti su punti. Alla fine del terzo set Giulio Pinali rimane dolorante sul taraflex ed esce dall’incontro per infortunio: sono in corso accertamenti per capire le sue condizioni. Al suo posto nell’ultimo set Federico Pereyra.

Emma Villas Aubay Siena in campo con Finoli e Pinali sulla diagonale palleggiatore-opposto, Petric e Van Garderen in banda, Mazzone e Ricci al centro, Bonami libero. Cisterna risponde con Baranowicz-Dirlic, Sedlacek-Bayram, Zingel-Rossi, Catania.

I toscani partono con buoni punti di Pinali e Petric, ma anche al centro con Mazzone e Ricci. Cisterna si prende un vantaggio grazie a tre murate nella prima metà del primo set nel corso della quale Dirlic fa già valere e vedere le sue qualità: 10-12. I locali pareggiano con un mani-out di Van Garderen, poi mettono giù una bellissima veloce chiusa da Fabio Ricci.

Altra murata Cisterna, e +2 per gli ospiti. Siena risponde con Pinali, ma Dirlic permette ai laziali di raggiungere quota 21 (18-21). La Emma Villas Aubay rientra però nel set, grazie a un errore in attacco di Dirlic e a una grande battuta di Pinali con salvataggio momentaneo di Cisterna ma con successiva chiusura a punto di Maarten Van Garderen (20-21). Una battuta di Van Garderen esce di pochissimo (rivista al video check), Cisterna va a conquistarsi il set con una grande difesa di squadra e con Bayram che inventa un colpo d’alta scuola (21-24). Zingel chiude il primo set sul 22-25. Decisive le quattro murate realizzate dalla squadra ospite.

Alla ripresa delle ostilità Siena riparte forte, con punti di pregevole fattura realizzati da Maarten Van Garderen che va a segno anche di sinistro e con Nemanja Petric che si fa apprezzare pure per un bel pallonetto. La prima murata vincente della Emma Villas Aubay in questo match è opera di Petric, che fissa il punteggio sull’11-7. Pinali è bravo a mettere giù il punto numero 12 per Siena (12-7). La pipe di Van Garderen vale anche il +6 per Siena: 15-9. Ancora lo schiacciatore olandese è l’autore del sedicesimo punto.

Murata di Ricci: 18-12. Da sottolineare un salvataggio spettacolare di Bonami. Doppio cambio per Siena, con Federico Pereyra che schiaccia con potenza il 20-16. Poco dopo punto break per Siena, con Pinelli che cerca Petric in posto 4: il capitano della squadra locale schiaccia bene il pallone (21-16). Quando Petric mura Gutierrez il tabellone indica 23-17 in favore di Siena. Petric chiude il secondo set sul 25-19. Siena pareggia, un set a testa.

Il terzo parziale vede ancora su ottimi livelli Giulio Pinali, che dà la spinta a Siena per volare avanti nel punteggio. Murata di Daniele Mazzone sull’attacco di Cisterna, ma i laziali rispondono con la stessa moneta (10-10). Siena prova a scappare via con le bande ancora molto ispirate, e quindi con i punti realizzati da Van Garderen e Petric. Cisterna però è squadra tosta, che non molla: la murata di Gutierrez porta i laziali sul +2 (16-18).

È una partita molto bella: Siena realizza il cambio palla e poi anche il punto break di Mazzone, che mura proprio Gutierrez. Pinali risolve una situazione difficile (19-19).

Bene ancora Pinali (20-19). Ma Cisterna ribalta ancora una volta e con Sedlacek mette la testa avanti: 20-21.

Van Garderen incrocia alla perfezione per il punto del 23-22. Pinali mette a segno un punto break pesantissimo (24-22), il terzo set si chiude sul 25-22 ma sull’ultimo punto l’opposto della Emma Villas Aubay Giulio Pinali rimane a terra dolorante.

Nel quarto set Entra in campo in posto 2 Federico Pereyra al posto di Giulio Pinali. Van Garderen realizza due ace di fila, Siena vola sul 9-6. Ricci e Petric vanno ancora a segno: 14-8. Il team di casa mantiene il vantaggio con buone giocate di Ricci e di Federico Pereyra. L’argentino mette giù il ventiquattresimo punto senese che vale il match point. L’errore al servizio di Sedlacek chiude il set sul 25-18 e il match sul 3-1 per Siena.

I PROTAGONISTI-

Maarten van Garderen (Emma Villas Aubay Siena)- « Una vittoria che vale tantissimo, sono davvero orgoglioso di tutti noi, abbiamo preso tre punti importantissimi ed abbiamo visto un bel gioco. Sicuramente possiamo ancora crescere ma questa è la grinta ed il cuore che abbiamo dentro. Il lavoro sta pagando, dopo Piacenza volevamo confermarci e, nonostante un momento difficile a fine terzo set siamo stati uniti e siamo riusciti a chiuderla ».

Andrea Rossi (Top Volley Cisterna)- « Siamo partiti bene vincendo un set combattuto, poi ci siamo spenti a livello caratteriale innervosendoci subito. Siena ha giocato un’ottima gara, c’è rammarico, perché contro loro abbiamo lasciato 6 punti ».

IL TABELLINO-

EMMA VILLAS AUBAY SIENA – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1 (22-25, 25-19, 25-22, 25-18)

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Finoli 0, Petric 19, Mazzone 7, Pinali 11, Van Garderen 19, Ricci 6, Pochini (L), Bonami (L), Biglino 0, Pereyra 7, Raffaelli 0, Pinelli 0. N.E. Fontani. All. Pelillo.

TOP VOLLEY CISTERNA: Baranowicz 3, Bayram 8, Zingel 3, Dirlic 9, Sedlacek 18, Rossi 5, Gutierrez 8, Catania (L), Mattei 1, Martinez 2, Kaliberda 4. N.E. Lostritto, Staforini, Zanni. All. Soli.

ARBITRI: Zanussi, Pozzato.

NOTE – durata set: 29′, 29′, 29′, 25′; tot: 112′.

MVP: Maarten van Garderen (Emma Villas Aubay Siena)

Spettatori: 972

WITHU VERONA – ALLIANZ MILANO-

Un 3 a 0 come all’andata e la WithU Verona torna a ruggire. Contro l’Allianz Milano si rivede la miglior versione della squadra scaligera che in 90 minuti archivia la pratica meneghina e guadagna i primi tre punti del 2023. Tutti e tre i tenori dell’attacco gialloblù chiudono in doppia cifra, sfoderando una prova complessiva di grande valore. Sapozhkov best scorer del match con 16 palloni messi a terra, seguito da Keita (15 e la soddisfazione di aver ricevuto il premio di MVP) e Mozic (13). In grande spolvero anche i centrali Cortesia e Grozdanov, capaci di totalizzare rispettivamente 4 e 3 muri. Nel prossimo fine settimana, i ragazzi di Stoytchev scenderanno in campo ancora di fronte al proprio pubblico contro i campioni d’Italia della Lube Civitanova.

Nel sestetto di partenza, coach Stoytchev conferma Spirito in cabina di regia con Sapozhkov a completare la diagonale. In banda spazio al consueto tandem formato da Mozic e Keita, mentre i centrali sono Cortesia e Grozdanov; il libero è Gaggini. Milano parte con Patry-Porro, Mergarejo-Ishikawa in posto 4, Loser e Vitelli al centro con Pesaresi libero

Si comincia con il servizio di Ishikawa, ma il primo punto è dei padroni di casa con Cortesia. Gli ospiti rispondono, andando avanti nel punteggio, ma Verona prima li riacciuffa e poi allunga. Sapozhkov trova un grande muro, che anticipa l’ace di Keita per il 6 a 3. Il russo replica sottorete poco dopo con un altro monster block che vale l’8-4. Vitelli riduce il gap, ma i gialloblù sono infallibili a muro, stoppando gli avversari con Cortesia e Spirito (12-7). Milano rientra in corsa grazie a Patry, che regala ai suoi un break. Poi si esalta ancora Keita, autore di due gesti tecnici spettacolari (17-13). Recupero dei meneghini, che si portano a -1, ma un altro muro di Cortesia ristabilisce le distanze (20-17). La squadra di Piazza resta in scia con l’ace di Porro, trovando poi il pari (23-23). Keita stronca la rimonta avversaria e chiude il primo set sul 25-23.

Il secondo parziale si apre con Verona avanti, ma la compagine ospiti sorpassa, prima di un uno-due terribile firmato da Mozic e Keita (2-3). Loser risponde con un ace, poi si accende Mergarejo, che infila tre punti, di cui uno diretto dai nove metri. Con il lungolinea vincente di Patry, Milano tenta la fuga (6-9). Sapozhkov gioca bene con le mani del muro, poi Mozic approfitta di una ricezione errata degli avversari, ridando linfa ai suoi (10-12). L’Allianz mantiene un buon margine di vantaggio, ma gli scaligeri trovano continuità sottorete e con due muri di Grozdanov agganciano il pari (18-18). I gialloblù effettuano il sorpasso dopo una grande rimonta (22-21). La gara è appassionante, con le due squadre che rispondono colpo su colpo. Keita scarica la sua potenza da posto 4 per il 25-24, poi è Mozic a fissare il punteggio sul 27-25. Verona avanti 2 a 0.

In avvio di terzo set, la partita si attesta sui binari dell’equilibrio, con qualche errore dai nove metri da ambo le parti. Mozic timbra il 5 a 4 con un diagonale imprendibile, poi la truppa di Stoytchev trova il break grazie all’astuto tocco di Grozdanov (9-7). Il centrale bulgaro si prende la scena anche in seguito, quando mette a terra un gran primo tempo. Sapozhkov torna a ringhiare in posto 2 e Verona vola sul 13-11. I padroni di casa sono precisi sia a muro, con il solito Cortesia, che in attacco, grazie a Mozic e Keita che trafiggono la difesa avversaria. Lo sloveno incrementa il vantaggio dei suoi, che allungano sul 21-16. Milano prova a rientrare in partita con l’ace timbrato da Ebadipour, ma Verona si guadagna quattro match point, con Sapozhkov che fissa il risultato sul 25-22. I tre punti vanno a Verona.

I PROTAGONISTI-

Dario Simoni (Vice-Allenatore WithU Verona)- « Un grande risultato, ne avevamo bisogno. Abbiamo attraversato un periodo difficile, non ne siamo certamente usciti, ma abbiamo ampi margini di miglioramento e la prova di oggi ne è la dimostrazione. È stata una vittoria di cuore e carattere che abbiamo cercato con tutte le nostre forze. Il passo falso di Taranto ha colpito molto psicologicamente, per cui speriamo che questa vittoria ci permetta di migliorare dal punto di vista dell’esperienza. Non dobbiamo scordare le scorse partite per diventare ancora più forti più forti di testa ».

Jean Patry (Allianz Powervolley Milano)- « C’è mancato poco perché se vediamo il punteggio dei primi due set abbiamo giocato punto a punto. Forse troppi errori in battuta, poca efficacia in attacco perché hanno difeso molto bene. Alla fine di questa partita mi sembra di aver preso uno schiaffo, un colpo. Abbiamo perso 3-0, non ce lo aspettavamo. Volevamo fare un altro risultato. Ci è mancato forse un po’ di aggressività contro una squadra molto fisica. Non siamo riusciti a trovare soluzioni. Adesso dobbiamo mettere la testa sulla prossima partita, abbiamo una settimana per lavorare. Stiamo lavorando molto bene e dobbiamo replicare questo lavoro sul campo, anche perché abbiamo fatto vedere tante cose belle in precedenza. Dobbiamo pensare che questa partita non ci sia stata e pensare alle prossime. Siamo una squadra unita, con energia, voglia e piacere di giocare, credo che sia questo che ci è mancato stasera».

IL TABELLINO-

WITHU VERONA – ALLIANZ MILANO 3-0 (25-23, 27-25, 25-21)

WITHU VERONA: Spirito 1, Keita 15, Grozdanov 6, Sapozhkov 16, Mozic 13, Cortesia 7, Magalini 0, Gaggini (L), Vieira De Oliveira 0, Perrin 0. N.E. Bonisoli, Zanotti, Mosca, Jensen. All. Stoytchev.

ALLIANZ MILANO: Porro 1, Ishikawa 11, Loser 4, Patry 15, Mergarejo Hernandez 8, Vitelli 7, Pesaresi (L), Bonacchi 0, Lawrence 0, Ebadipour 4, Fusaro 0. N.E. Colombo, Piano. All. Piazza.

ARBITRI: Luciani, Curto.

NOTE – durata set: 28′, 33′, 29′; tot: 90′.

MVP: Noumory Keita (WithU Verona)

Spettatori: 3259


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti