Play Off: Piacenza pareggia i conti con Trento

Dopo essere stata sotto 2-0 la squadra di Botti, vincendo anche Gara 4 davanti al pubblico del Pala Banca per 3-0 (25-21, 25-23, 25-23), riporta la serie sul 2-2. La decisiva Gara 5 martedì 25 aprile alla BLM Arena mette in palio la finale
Play Off: Piacenza pareggia i conti con Trento© Legavolley
6 min

PIACENZA-Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza vince Gara 4 ed impatta la serie della Semifinale dei Play Off Scudetto. In neppure un’ora e mezza di gioco, in un PalabancaSport caldissimo, i biancorossi battono Trento senza lasciare agli avversari, per la seconda volta consecutiva, alcun set. Prova di carattere dei biancorossi bravi a non disunirsi anche nel secondo set quando si sono trovati in svantaggio anche di cinque lunghezze (5-10) e sul finire anche di tre lunghezze (19-22). Con calma la squadra biancorossa ha recuperato terreno grazie ad un buon muro ed efficacia in battuta.

L’accesso alla Finale Scudetto passa da Trento, dove si giocherà Gara 5 martedì 25 aprile con inizio alle 18.00. Previsto un vero esodo dei tifosi biancorossi.

In avvio di gara coach Massimo Botti manda in campo Brizard e Romanò in diagonale, Simon e Caneschi al centro, Leal e Lucarelli alla banda, Scanferla è il libero. Trento risponde con Sbertoli e Kaziyski in diagonale, Podrascanin e Lisinac al centro, Lavia e Michieletto alla banda, Laurenzano è il libero.

Subito spettacolo al PalabancaSport con scambi prolungati in campo, il primo allungo è targato Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza con Lucarelli e Romanò (7-5) e quando il vantaggio diventa di tre lunghezze (9-6) Lorenzetti chiama tempo. Errore in attacco di Simon, muro su Leal e Trento impatta a quota 10, riparte Piacenza con Simon e Leal (12-10), secondo muro del parziale per i dolomitici ed è nuova parità a quota 14. Il bandolo della matassa è in mano ai biancorossi, il muro di Simon riporta i suoi avanti di due (19-17), Lorenzetti chiama il secondo time out. Bomba di Leal (20-18), accorcia Michieletto, ancora Leal e poi l’ace di Romanò che vale 22-19, l’ace di Leal porta il primo di quattro set point (24-20), si va al cambio campo sulla battuta in rete di Michieletto.

La partenza è tutta targata Trento che piazza un paio di muri nel giro di pochi scambi e capitalizza tre battute sbagliate di Piacenza (3-8) con Botti a chiamare time out. E al rientro in campo ace di Kaziyski, Caneschi dalla linea dei nove metri fa bene, Lucarelli e quindi due primi tempi di Simon portano Piacenza a due lunghezze da Trento (8-10), Lorenzetti chiama time out. La parità arriva a quota 10 con l’attacco out di Trento, è battaglia ora in campo, pipe di Leal ed è 12 pari, il muro di Simon fa mettere avanti il naso ai suoi per la prima volta nel parziale. L’ace di Kaziyski aiutato dal nastro vale il vantaggio trentino (15-16), quello di Michieletto porta avanti di due i suoi (16-18) con Botti a chiamare time out. Piacenza sbaglia cinque battute consecutive, Trento ringrazia (19-21), due colpi di Leal e gli avversari sono lì ad una lunghezza (21-22), il muro di Caneschi vale la parità a quota 23, muro di Brizard ed è set point per Piacenza (24-23), l’ace di Romanò fa esplodere il PalabancaSport e porta Piacenza sul 2-0 in fatto di set.

Comanda i giochi con un paio di punti di vantaggio Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza (9-7 e 10-8), Trento recupera impatta a quota 10 e mette la freccia (10-13) con un break di cinque punti. Gran recupero di Scanferla, punto di Lucarelli (12-13), allunga ancora Trento (13-16), Lucarelli mette a terra un diagonale strettissimo, Leal blocca Kaziyski a muro (16-17), il muro di Simon sempre sull’opposto trentino vale la parità a quota 17. Spettacolo in campo e sugli spalti, a quota 19 le due squadre viaggiano ancora a braccetto, l’ace di Romanò manda avanti i suoi (20-19), nuovo ace dell’opposto biancorosso (21-19) con Lorenzetti a chiamare il secondo time out. Muro di Leal (22-19), Piacenza vola e Trento è all’angolo, attacco out di Kaziyski, attacco out di Lisinac e sono cinque i match ball per i biancorossi (24-19), i dolomitici con Lavia in battuta ne annullano quattro (24-23) e poi capitolano sull’attacco di Leal.

I PROTAGONISTI-

Robertlandy Simon (Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza)- « Abbiamo vinto una grande partita ma di fatto non abbiamo ancora fatto nulla. Adesso dobbiamo andare a Trento e dare tutto quello che abbiamo, se loro giocheranno meglio non avremo nulla da rimproverarci ma noi non dobbiamo lasciare nulla di intentato. Si abbiamo giocato una buona gara e soprattutto siamo stati bravi a crederci sempre anche quando qualcosa non funzionava ed eravamo sotto. Abbiamo pareggiato una serie, ora ci attende l’ultimo passo, il più importante ».

Angelo Lorenzetti (Itas Trentino)- « Alla vigilia della serie un epilogo alla quinta sfida poteva andarci bene, ma è ovvio che questa sera abbiamo addosso tanto rammarico per valutarlo serenamente . In particolar modo nella seconda parte del secondo e terzo set ci siamo costruiti faticosamente un vantaggio che non siamo riusciti a capitalizzare, perché abbiamo faticato troppo su palla alta, sia in fase di break point sia in fase di cambiopalla. Dobbiamo tenere conto anche della forza dell’avversario che avevamo di fronte, ma al di là di tutto ciò va anche detto che nei finali di ogni parziale dovevamo e potevamo fare qualcosa in più di quel tanto che comunque abbiamo fatto anche oggi ».

IL TABELLINO-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – ITAS TRENTINO 3-0 (25-21, 25-23, 25-23)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 1, Santos De Souza 9, Simon 13, Romanò 12, Leal 17, Caneschi 2, Scanferla (L). N.E. Hoffer, Alonso, Recine, Cester, Basic, Gironi, De Weijer. All. Botti.

ITAS TRENTINO: Sbertoli 2, Lavia 3, Lisinac 11, Kaziyski 13, Michieletto 13, Podrascanin 1, Nelli 0, Pace (L), Laurenzano (L), Dzavoronok 0. N.E. Cavuto, Berger, Depalma, D’Heer. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Vagni, Pozzato.

NOTE – durata set: 28′, 29′, 32′; tot: 89′.

MVP: Yuri Romanò (Gas Sales Bluenergy Piacenza)

Spettatori 2947.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti