Il presidente della federcalcio tedesca lascia: definì nazista un suo vice

Fritz Keller, in carica dal 2019, si dimette per aver paragonato Rainer Koch a un giudice responsabile dell'Olocausto
Il presidente della federcalcio tedesca lascia: definì nazista un suo vice© Getty Images for DFB

Fritz Keller, presidente della federcalcio tedesca (Dfb), si è dimesso. Lo scorso 23 aprile, in una riunione federale, Keller aveva paragonato Rainer Koch, uno dei suoi vicepresidenti, al giudice nazista Roland Freisler. A causa di questo episodio i funzionari statali e regionali gli hanno espresso un voto di sfiducia. Le successive scuse di Keller, che era in carica dal 2019, non sono state accettate da Koch. Il 64enne presidente si è dimesso prima della sentenza prevista dal comitato etico della federcalcio

Keller si dimette, ma denuncia lotte interne

Il giudice Freisler è stato uno dei nazisti responsabili dell'organizzazione dell'Olocausto. Emise circa 2.600 condanne a morte per gli oppositori del regime nazista. Keller, nell'annunciare le dimissioni, ha spiegato che la Dfb è afflitta da lotte di potere interne e mancanza di trasparenza: "Le mie dimissioni non risolveranno i problemi all'interno della federazione e del calcio", le sue parole. Proprio Koch e l'altro vicepresidente, Peter Peters, saranno presidenti federali ad interim congiunti per un periodo di transizione. 

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti