Il Real Madrid prende il largo: 4-0 al Girona

Spaventosa dimostrazione di forza da parte dei blancos, che risolvono lo scontro diretto con la formazione catalana con le reti di Vinicius, Bellingham, due volte a segno, e Rodrygo
Il Real Madrid prende il largo: 4-0 al Girona© EPA
5 min
Andrea De Pauli

MADRID (SPAGNA) - Prove di fuga per il Real Madrid, che al Santiago Bernabeu si aggiudica con grande personalità lo scontro diretto col Girona e stacca, così, la cenerentola catalana di 5 punti e, almeno per una notte, di 11 il Barcellona, che domani ospita il Granada. I blancos, che si sono dimostrati superiori sotto tutti gli aspetti contro i ragazzi di Michel, dal primo all’ultimo minuto, mettono subito in discesa la partita col repentino vantaggio trovato da Vinicius, per poi prendere il largo con il solito Bellingham, a segno in due occasioni, e Rodrygo. Nel finale, Joselu colpisce il palo dal dischetto del rigore. Ora, testa all’andata degli ottavi di Coppa Campioni col Lipsia per le merengues.

TUTTO SULLA LIGA

Le scelte di Ancelotti

Un capolavoro tattico la gara del Real, nonostante una difesa letteralmente a pezzi, per le contemporanee indisponibilità dei vari Militao, Alaba, Nacho e Rudiger. Ancelotti risolve l’emergenza scommettendo forte sui due centrali improvvisati Tchouameni e Carvajal, spalleggiati da Lucas Vazquez e Mendy. Le chiavi del centrocampo vengono affidate al lucidissimo Toni Kroos, che dà vita all’ennesima prova da urlo, supportato da Valverde e Camavinga. Davanti, Bellingham gode di ampia libertà, apparendo spesso e volentieri in posizione di vero e proprio centravanti, accompagnato dai due brasiliani Rodrygo e Vinicius. Lo squalificato Michel, da parte sua, deve fare i conti con le pesanti assenze di Daley Blind, che finora le aveva giocate tutte, e Yangel Herrera, entrambi esclusi per aver collezionato cinque cartellini gialli prima del big match. Al posto dell’esperto olandese, così, tocca a Juanpe, che gioca nel cuore della difesa a fianco di Eric Garcia. Davanti alla difesa tocca a Ivan Martin e Aleix Garcia. Al centro dell’attacco riappare il possente Dovbyk, non al meglio per un fastidio al ginocchio.

Subito in discesa

Il Real ci mette pochi minuti a prendere il completo controllo della situazione, sotto la sapiente regia di Kroos. Perfetti i meccanismi difensivi sulle fasce, dove solitamente il Girona si dimostra piuttosto pericoloso. Sono, anzi, Vinicius e Rodrygo a giocare molto larghi, per ampiare spazi ghiottissimi per i compagni. Se, poi, gli equilibri si rompono subito, tutto diventa più facile. Ed è esattamente quello che succede, appena varcato il 5’ di gioco, quando Vinicius parte dalla sinistra e sorprende Gazzaniga con un bolide che bacia il palo lontano, prima di finire nel sacco. Colpo durissimo per il Girona, che si dimostra incapace di reagire. Dopo un’altra mezz’ora di controllo assoluto, arriva anche il raddoppio di Bellingham, che liberato da un’imbeccata dell’ispiratissimo Vinicius, anticipa Eric Garcia, mette a sedere Gazzaniga e insacca nella porta incustodita.

Poker blanco

Ad inizio ripresa, Michel dà disposizioni di lanciare Pablo Torre per l’inconsistente Portu, ma il Real continua a mantenere serenamente il controllo e, alla prima accelerazione, trova anche il tris, ispirato nuovamente da Vinicius, che porta a spassa mezza difesa prima di calciare verso la porta di Gazzaniga, che respinge difettosamente, favorendo il tap in di Bellingham, che così completa la sua doppietta. E sono già 16 i gol dell’inglese, massimo marcatore della Liga. Subito dopo, l’ex Borussia Dortmund, con un pensiero alla sfida Champions col Lipsia di martedì prossimo, chiede prudenzialmente il cambio a causa di una caviglia dolorante. Poco male, perché poco dopo arriva anche il 4-0 di Rodrygo, che parte da centrocampo, senza trovare opposizione, e realizza la sua 8ª rete in campionato. Nel finale, il disastroso Yan Couto atterra in area il subentrato Arda Guler. Sul dischetto si presenta Joselu, che però colpisce il palo. Delusione per l'attaccante di scorta di Ancelotti. La sostanza ,però, cambia poco. Real nettamente suoperiore. Seconda sconfitta in Liga per il Girona, che aveva incassato un 3-0, a Montilivi, sempre contro i blancos.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti