Antony subito in gol: il Manchester United piega la capolista Arsenal

Con Ronaldo ancora in panchina è l'attaccante acquistato dall'Ajax a sbloccare il risultato, Saka pareggia ma poi una doppietta di Rashford regala il quarto successo di fila a Ten Hag. E il Brighton travolge il Leicester (5-2)
Antony subito in gol: il Manchester United piega la capolista Arsenal© Getty Images
3 min

MANCHESTER (INGHILTERRA) - Se tre indizi fanno una prova il quarto può consentire di sbilanciarsi in un verdetto: il Manchester United è tornato. Dopo la falsa partenza con due ko di fila e il caso Ronaldo a infiammare l'ambiente, con il mercato finalmente chiuso e un Antony in più la squada di Ten Hag ha conquistato la quarta vittoria consecutiva, infliggendo a Old Trafford il primo stop in Premier League a un Arsenal che viaggiava a punteggio pieno. I 'Gunners' restano primi ma ora con una sola lunghezza di vantaggio sul Manchester City di Guardiola e il Tottenham di Conte, mentre i 'Red Devils' si rifanno sotto a -3

Manchester United-Arsenal 3-1: statistiche e tabellino

Antony subito in gol

Con CR7 ancora in panchina (insieme a un altro grande ex madridista come Casemiro) c'è invece subito spazio per Antony che impiega 35' per trovare il suo primo gol inglese su assist di Rashford. Dopo l'intervallo l'Arsenal si getta a caccia del pari e lo trova subito dopo l'ingresso di Ronaldo (dentro al 58' al posto di Antony): è Saka a fare 1-1 col sinistro (1-1). I londinesi a questo punto vogliono vincerla e spingono, prestando però fatalmente il fianco a uno United che ora sa come far male e stende i 'Gunners' con Rashford, bravo a capitalizzare gli splendidi assist di Bruno Fernandes (66') e di Eriksen (75') fissando così il risultato sul definito 3-1. 

Premier League, la classifica

Premier League., risultati e calendario

'Manita' Brighton: Leicester ancora ko

Nel frattempo non riesce a svoltare il Leicester, il cui avvio di stagione è da dimenticare con appena un punto nelle prime sei giornate. La quinta sconfitta di fila arriva per mano del Brighton, sotto al primo minuto (a segno Iheanacho) prima di ribaltarla con l'autogol di Thomas e Caicedo. Le Foxes acciuffano il pari al 33' con Daka ma nella ripresa crollano, trafitte da Trossard e MacAllister (doppietta, un gol su rigore) per il 5-2 finale. E la squadra di Potter sale così al quarto posto in classifica.

Brighton-Leicester 5-2: statistiche e tabellino


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti