Gabriel Jesus mortificato da Guardiola: "Chiamai mia madre in lacrime"

Il brasiliano ha confessato un episodio che lo ha sconvolto riguardo un match di Champions League tra Manchester City e Psg: tutti i dettagli
Gabriel Jesus mortificato da Guardiola: "Chiamai mia madre in lacrime"
2 min

Dopo aver vestito per molte stagioni la maglia del Manchester Ciy, Gabriel Jesus ha deciso di cambiare aria, andando a giocare per l'Arsenal. Il brasiliano ha da subito avuto feeling con i Gunners realizzando nell'ultima stagione 11 reti. La punta ha da poco commentato la sua ultima annata rilasciando anche alcune dichiarazioni sulla sua vecchia squadra e in particolare sul rapporto avuto con il suo ex allenatore Pep Guardiola.

Guardiola, il regalo allo staff del City dopo il Treble: è una cifra pazzesca!

Gabriel Jesus e l'episodio con Guardiola al Manchester City

Nel podcast Denlishow, condotto dal brasiliano Denilson, Gabriel Jesus ha raccontato un aneddoto di quando si mise a piangere per colpa di Pep Guardiola. L'attaccante brasiliano ha infatti ammesso: "C'è stata una partita in cui ha schierato Zinchenko come falso nove. Era in Champions contro il PSG, in casa. Una follia. Il giorno prima in allenamento non l'ha nemmeno messo, ha messo me come attaccante. Zinchenko ci ha poi anche scherzato con me: ‘Quel giorno mi sono sentito male per te'. Due ore prima della partita c'è un discorso di squadra, la squadra mangia, riposa e va allo stadio. Lui ha comunicato la formazione, io non ho nemmeno mangiato. Sono andato dritto in camera piangendo, ho chiamato mia madre e le ho detto: ‘Voglio andarmene'. Ha messo un terzino sinistro al posto mio… sono impazzito"


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti