Amrabat al Manchester United: la mossa di Ten Hag per convincere Commisso

L’allenatore dei Red Devils persuade il club: arriverà l’offerta che farà dire sì alla Fiorentina. L'ex Verona potrebbe non essere l'unico big a lasciare Firenze: tutti i nomi
Amrabat al Manchester United: la mossa di Ten Hag per convincere Commisso© Getty Images
4 min
Francesco Gensini

FIRENZE - In Inghilterra sono sicuri: il Manchester sta per prendere Sofyan Amrabat. Notizia che farà felice il diretto interessato, ma anche la Fiorentina, perché significa che i “Red Devils” sono pronti a garantire i trenta milioni che il club viola ha legato in maniera indissolubile alla cessione del proprio calciatore. Non uno in meno per volontà e decisione del presidente Commisso, tant’è vero che i vari tentativi portati con più o meno (meno) convinzione nelle settimane scorse dai possibili acquirenti si sono tutti infranti di fronte all’incapacità di soddisfare la richiesta. Compresi, i tentativi, dello stesso Manchester United che, però, gradualmente è salito di tono e di offerta diventando il più convinto e forse l’unico davvero deciso a portarsi a casa Amrabat: determinante è stato ed è l’intervento del tecnico Erik ten Hag che ha allenato il centrocampista nato in Olanda all’Utrecht.

Fiorentina, quando si decide per Amrabat

La Fiorentina è lì che aspetta che tutto questo abbia un seguito concreto, che lo United garantisca veramente la cifra necessaria per assicurarsi l’ex Hellas Verona e passare così dalla teoria alla pratica, dalle chiacchiere ai fatti, dai contatti ai documenti: Amrabat via da Firenze è finale già noto, ancorché non scritto, e una conclusione a breve della trattativa, seppur già in ritardo sui tempi, darebbe soddisfazione al calciatore, alla Fiorentina quanto messo in preventivo dalla cessione per incrementare il tesoretto impreziosito di recente dai diciassette milioni (più tre di bonus) per Igor al Brighton ed eviterebbe l’inserimento di Amrabat con problemi annessi e connessi di gestione. Gestione tecnica da parte di Italiano di un elemento che non farà parte del gruppo, mentre il gruppo si sta allenando per diventare una squadra: non c’entra ovviamente nulla il discorso legato alla professionalità né tanto meno quello comportamentale, sopra a tutto e tutti. La fine di questa settimana e l’inizio della prossima daranno una risposta.

Mercato Fiorentina, tutti i big in partenza

Amrabat potrebbe non essere l’ultimo “big” a lasciare la Fiorentina, perché è noto l’interesse del Milan per Arthur Cabral, ma anche la trattativa per spostare il centravanti brasiliano in rossonero - e liberare il posto per l’acquisto là davanti che nel frattempo il club viola non può chiaramente fare - è affatto semplice. Soliti incastri da trovare, solito punto d’accordo che va posizionato giusto per far equivalere gli interessi dell’una e dell’altra società, nonché ovviamente quelli del protagonista della vicenda, e quindi c’è ancora da lavorarci sopra. Che è esattamente la stessa cosa che continua a ripetersi nei giorni nella discussione del rinnovo che riguarda Gaetano Castrovilli: il tempo passa, ma le posizioni rimangono abbastanza immutate, più di quanto possa far pensare qualche timida apertura di qua e di là. Mezzo milione resta la distanza tra proposta e richiesta e non è distanza di poco conto, pensando che si avvicina l’inizio del campionato e non è mai indicato arrivarci in questo modo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti