Lazio: arriva Isaksen, ora Lotito prepara l'assalto a Ricci

Dopo lo sbarco di Kamada tocca all’attaccante del Midtjylland, Sarri aspetta anche un regista e un terzino sinistro
Lazio: arriva Isaksen, ora Lotito prepara l'assalto a Ricci
6 min
Daniele Rindone

La passerella tocca a Isaksen. E’ atteso a Roma stasera e domani effettuerà le visite mediche. Per lui è pronto un contratto di cinque anni a 1,5 milioni, costerà 15 milioni con i bonus. Arriverà oggi, completerà i test nel giro di 48 ore e mercoledì pomeriggio si allenerà con la Lazio. Isaksen è il terzo colpo di questo mercato ritardato. Sarà la freccia in più dell’attacco, è stato scelto perché abituato a giocare a destra. E’ stato Sarri a decidere il vincitore del ballottaggio tra Isaksen e Karlsson (ala dell’AZ Alkmaar) per le caratteristiche tattiche. Permetterà al tecnico di organizzare meglio il turnover. L’attacco è completo: 4 attaccanti esterni più un centravanti vice Ciro, ossia Castellanos. La gamma di soluzioni è molto più ampia rispetto all’anno scorso.

Ricci

Sarri adesso aspetta un regista e un terzino sinistro. Si parte dal play. Ci sono voci contrastanti sull’offerta che Lotito recapiterà a Cairo. Fino a sabato si pensava che il presidente si potesse spingere fino a 20 milioni più bonus a fronte di una richiesta di 25 milioni più bonus. Ieri la proposta veniva quantificata in 18 milioni più 2-3 di bonus. Cairo finora non ha mai abbassato il prezzo, tutt’altro. Ricci è da tempo il preferito di Sarri. Ritiene sia il colpo ideale per completare un centrocampo che ha bisogno di qualità e sostanza. Kamada è stato preferito da Mau a tutti gli altri candidati (Zakharyan e Sow), garantirà velocità, assist e qualche gol. La domanda è: sarà sopportabile e supportabile dalla squadra un centrocampo formato da Kamada e Luis Alberto insieme? Sarà Sarri a rispondere a questa domanda. L’assalto finale a Ricci sarà lanciato in settimana, se fallirà si dovranno valutare le alternative. La Lazio si è informata per Hjulmand del Lecce, ieri non convocato perché in permesso. Il danese, che ha lo stesso procuratore di Isaksen, ha incontrato i dirigenti dello Sporting Lisbona per valutare la proposta contrattuale del club portoghese. Hjulmand può chiudere con lo Sporting. E’ spuntato il nome di Jens Cajuste del Reims, è valutato 20 milioni. Ci sono sicuramente dei Mister X tenuti nascosti. Sarri aspetta il regista e spera che Lotito riesca a piazzare Marcos Antonio e Basic. La doppia uscita, o magari anche solo quella del croato, permetterebbe al presidente di tentare un altro acquisto: l’arrivo di una mezzala in più. Per Marcos Antonio e Basic al momento non ci sono soluzioni in uscita. Basic era stato proposto all’Udinese per Samardzic, prima che l’Inter lanciasse l’assalto per prenderlo.

Il terzino

Si può riaprire la pista Pellegrini. Sembrava tramontata definitivamente, ci sarebbe stato un contatto tra Lotito e la Juve. La Lazio vorrebbe strappare un prestito biennale, ma per riuscirci il terzino dovrebbe firmare il rinnovo con i bianconeri, è in scadenza nel 2025. La Juve punta a fissare un riscatto obbligatorio. Potrebbe esserci un contatto tra lunedì e martedì. Va sempre concordato il pagamento dell’ingaggio, pesa per 3 milioni. Lotito è disposto a pagarne la metà o poco più. Pellegrini ha rifiutato il Nizza, è in corsa per il Milan, ha la Lazio nel cuore. Ieri il Napoli ha incontrato il manager di Mario Rui per il rinnovo, non è chiuso. Il portoghese resta nei pensieri della società biancoceleste. E’ rispuntato il nome di Acuna del Siviglia, ma è argentino e la Lazio ha già occupato i due slot da extracomunitario.

Le uscite

Lotito ha piazzato tre colpi, punta il quarto, ma deve iniziare a cedere. Gli unici ad avere richieste sono Cancellieri, Akpa Akpro e Maximiano. Il primo lo vuole l’Empoli in prestito secco, Lotito vorrebbe venderlo a titolo definitivo o con obbligo di riscatto a 10 milioni. L’Empoli vuole anche Akpa Akpro, c’è pure il Verona. Lotito chiede l’obbligo di riscatto a 5 milioni. Per Maximiano la richiesta è 10 milioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti