Kilman e Danso troppo cari: il Napoli torna su Mavropanos

Entrano nel vivo la caccia al difensore e il rinnovo di Osimhen. Nuovi contatti per il greco con lo Stoccarda: Lacroix e Lucumi in lista
Kilman e Danso troppo cari: il Napoli torna su Mavropanos© Getty Images
6 min
Fabio Mandarini

Il vento caldo del deserto ha portato anche la suggestione araba. L’ha soffiata l’Equipe, quotidiano di Francia, di Parigi, in questi giorni regno del caos degli affari e degli intrighi del calcio. La capitale del caso-Mbappé, del gran rifiuto di Kylian all’Al-Hilal, del tira e molla co n il Psg, dell’ombra del Real. «L’Al-Hilal sarebbe pronto ad aprire il dossier di un altro attaccante prestigioso come Victor Osimhen», ha scritto il giornale francese. Ci mancava solo questa, sì; mancava soltanto l’oro nero del mercato ad aumentare il pathos e il thrilling di una trattativa già delicatissima e complessa di per sé. Un rinnovo, quello di Osi con il Napoli, che ha strappato copertine e titoli, che ha agitato notti buone di tifosi e allenatori - uno in particolare, francese -, che ha impegnato Adl e il suo agente Calenda costantemente. Il traguardo, però, ora è vicino. C’è ottimismo. Le distanze si riducono e l’obiettivo è riuscire a fare a Castel di Sangro quello che non è stato possibile dopo i quattro giorni di incontri a Dimaro: annunciare il rinnovo. Fino al 2027. Il presidente e il manager continuano a lavorare per far quadrare le mille voci in gioco: ingaggio, bonus, importo dell’eventuale clausola, diritti d’immagine e tutto lo scibile compreso nei contratti super articolati del Napoli. Napoli che nel frattempo insiste nella caccia al difensore, all’uomo che dovrà colmare il vuoto lasciato da Kim, ma il cerchio non si stringe. O meglio: il muro dei club proprietari dei profili individuati è alto, spesso molti milioni di euro: i 22 offerti al Lens per Danso non sono stati ritenuti sufficienti; i 35 offerti al Wolverhampton per Kilman, altrettanto. E così, in queste ore, è rispuntato il terzo colosso: Konstantinos Mavropanos, il greco. Dello Stoccarda: intensificati i contatti.

Napoli, le offerte

E allora, caccia all’erede di Minjae. Il Napoli gioca su più tavoli, fa buio e contro-buio, rilancia, poi cede all’avversario: parola, cip. Magari bluffa qualche volta, anzi lo fa certamente, ma dopo aver confezionato un’offerta per Max Kilman, inglese di 26 anni considerato da mesi il candidato ideale, il primo obiettivo, è tornato a presentarsi ufficialmente alle porte di un club. Il Lens: offerta da 22 milioni circa per l’austriaco Kevin Danso, profilo molto gradito a Rudi, 24 anni. Il suo allenatore, Franck Haise, non vuole perderlo, e la società tra l’altro vuole ricavare ancora di più, magari una trentina di milioni. Il giocatore, però, cambierebbe volentieri, insomma è pronto a dire sì a Garcia, ma l’accordo non c’è ancora.

Mavropanos prima alternativa

E così, il greco. Mavropanos. Tornato in quota proprio per il motivo di cui sopra: più tavoli aperti. Piace, ha 25 anni e costi più contenuti dei colleghi: ha recuperato molto terreno, sta scalando posizioni, è lui la prima alternativa ai profili considerati deluxe. Facciamo più adatti al modo di giocare della squadra. A Kilman e Danso. Nel listone, però, resistono alternative, altri nomi, profili tenuti in caldo però staccati per il momento: Maxence Lacroix, francese del Wolfsburg, 23 anni; e in Italia, invece, Jhon Lucumi del Bologna, 25 anni, colombiano. Storia diversa quella di Nayef Aguerd, nazionale marocchino, 27 anni di proprietà del West Ham: oltre ai costi - elevati - un altro ostacolo è rappresentato dagli impegni in Coppa d’Africa che già sottrarranno al Napoli gente del calibro di Osimhen e Anguissa.

Napoli, punto centrocampo

Per quel che riguarda il resto, gli altri reparti, la seconda parte del mercato comprenderà la caccia al centrocampista. Giovani Lo Celso, argentino di 27 anni del Tottenham, piace molto: il Napoli ci ha lavorato durante il ritiro di Dimaro e continua a lavorarci, in attesa di definire il rinnovo di Zielinski. E ancora: la Fiorentina propone lo scambio tra Gaetano Castrovilli, 26 anni e la stima datata di De Laurentiis, e Diego Demme. Entrambi sono in scadenza nel 2024, entrambi non rinnoveranno. Su Demme c’è anche l’Hertha Berlino: lui tra l’altro ha voglia di accettare e di tornare in Germania, a casa. Si vedrà. per quel che riguarda il centrocampista fisico, esigenza manifestata da Garcia per dare una mano ad Anguissa e soprattutto necessità creata dal ritorno di Ndombele agli Spurs dopo il prestito, si valuta Boubakary Soumaré. Francese di 24 anni del Leicester e un tempo compagno di Osimhen al Lilla: lui sì, che ha le caratteristiche giuste sotto il profilo dell’intensità fisica e delle qualità atletiche (a partire dal metro e ottantotto centimetri di altezza).

Mercato Napoli, la situazione vice Di Lorenzo

Altra situazione aperta è quella relativa al ruolo di vice Di Lorenzo. Alessandro Zanoli ha impressionato Garcia in ritiro, a Dimaro, e ciò significa che il tecnico s’è preso ancora un po’ di tempo per valutare quale possa essere la migliore soluzione per il presente e il futuro del giocatore e anche del Napoli. Ovvero: se dare il placet al suo prestito - il Genoa spinge - oppure tenerlo in rosa. Se andrà a giocare, allora dal Verona arriverà Davide Faraoni (31 anni).


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti