Belotti alla Roma, Tiago Pinto accelera: manca solo una cessione

Il club giallorosso deve chiudere una operazione in uscita tra Shomurodov e Felix, entrato nel mirino di Sassuolo e Salernitana
Belotti alla Roma, Tiago Pinto accelera: manca solo una cessione© LAPRESSE
4 min
di Guido D’Ubaldo
TagsBelottiRoma

ROMA - Domenica comincia il campionato e Andrea Belotti è ancora un giocatore disoccupato. Lo hanno cercato molti club, soprattutto in Premier, ma il centravanti svincolatosi dal Torino ha detto no a tutti, rispettando l’impegno preso con la Roma. Contratto di tre anni, a meno di tre milioni a stagione, più i bonus. Il centravanti azzurro segue con interesse il mercato giallorosso, perché il suo acquisto diverrà ufficiale solo quando Tiago Pinto riuscirà a chiudere una cessione con obbligo di riscatto. Negli ultimi giorni sono andati via Perez e Villar, ma non basta. Si tratta di prestiti non vincolati alla cessione definitiva. Il general manager deve fare i salti mortali per trovare soluzioni per giocatori che non rientrano nei piani dell’allenatore e che nell’ultima stagione hanno giocato pochissimo. Per portare Belotti in giallorosso deve partire uno tra Shomurodov e Felix. Non basta la cessione di Kluivert che, rientrato dal prestito al Nizza, è destinato a lasciare definitivamente la Roma. Il Fulham ha avviato da un paio di settimane fa una trattativa per il prestito con diritto di riscatto a 8 milioni di sterline (circa 9,5 milioni di euro). Ancora non è stato trovato il punto di incontro.

Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione
Guarda la gallery
Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione

Salernitana su Felix

Per Shomurodov il discorso con il Bologna è in una fase di stallo, mentre dalla Turchia rimbalzano voci di un interessamento del Trabzonspor che avrebbe offerto un milione di euro per il prestito di Shomurodov. Voci che non trovano conferma. Ha mercato soprattutto in Italia anche Felix Afena-Gyan, che piace al Sassuolo, vicinissimo alla cessione di Raspadori al Napoli, ma soprattutto alla Salernitana. De Sanctis, attuale direttore sportivo dei campani, lo aveva portato alla Roma per 200.000 euro. Finora la richiesta di Tiago Pinto è troppo elevata per la Salernitana, ma il mercato è ancora lungo.
Il dirigente portoghese incontra maggiori difficoltà con i giocatori fermi da più tempo. Tra questi Coric, Bianda e l’ex promessa Riccardi. Per il centrocampista croato, in prestito allo Zurigo nella passata stagione, c’è l’interessamento del Bruges. Ma l’ingaggio del giocatore è troppo alto.
È ormai uscito dall’orbita Roma Ola Solbakken, l’esterno norvegese del Bodø, che era stato accostato anche al Napoli e che fece un blitz a Roma quasi due mesi fa. L’attaccante è entrato nel mirino dell’Eintracht Francoforte, che ha appena ceduto Filip Kostic alla Juventus. Il contratto di Solbakken scade a dicembre.

La Roma al lavoro sugli esuberi: ecco tutte le trattative in uscita
Guarda la gallery
La Roma al lavoro sugli esuberi: ecco tutte le trattative in uscita

Cantiere

La Roma è ancora un cantiere aperto, con molti giocatori da piazzare e un paio di acquisti per completare la rosa. Oltre a Belotti, Tiago Pinto continua a cercare un difensore, finora non è stato individuato il profilo giusto. Ma in entrata il più è stato fatto, con il colpi di Dybala e Wijnaldum. Domenica contro la Salernitana in panchina ci saranno giocatori che potrebbero partire, come Shomurodov e Felix. Mourinho ha concesso due giorni di riposo alla squadra, che di rientro da Salerno avrà il giorno di Ferragosto e il 16 liberi.

Zaniolo era del Tottenham, poi Mourinho...
Guarda il video
Zaniolo era del Tottenham, poi Mourinho...


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti