Champions League, Juventus: «A Torino sarà battaglia»
© EPA
Champions League
0

Champions League, Juventus: «A Torino sarà battaglia»

Su Twitter, i bianconeri già si preparano all'infuocato ritorno degli ottavi contro l'Atletico Madrid

ROMA - La Juventus già scalda i motori per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l'Atletico Madrid. "A Torino sarà battaglia" si legge via Twitter, sul profilo ufficiale del club. L'Atletico di Simeone e dell'ex Morata, troverà un clima caldo e una squadra con le spalle al muro, pronta però a tirare fuori il meglio. "Abbiamo venti giorni" scrive Allegri su Twitter, "per essere pronti a una sfida da vivere e vincere tutti insieme".

REAZIONE ALLE POLEMICHE - La sfida di Madrid è stata segnata dalle polemiche, dai tifosi di casa che immancabilmente hanno beccato Cristiano Ronaldo e dal suo gesto di reazione, a mostrare le cinque dita come le cinque Champions League, due vinte proprio contro i Colchoneros. La reazione del presidente dell'Atletico non si è fatta attendere.

La Juventus, impegnata per la decima volta in un ottavo di finale di Champions League, cercherà il decimo passaggio del turno in 17 sfide a eliminazione diretta contro una squadra spagnola. 

I GIOCATORI LANCIANO LA SFIDA - "Fino alla fine" torna come hashtag e dichiarazione di intenti nei tweet dei protagonisti bianconeri, da Bernardeschi, a Cristiano Ronaldo, che al Wanda Metropolitano ha inciso poco, a Bonucci. Ai tifosi bianconeri non resta che sperare nell'effettivo passaggio dalle parole ai fatti.

Lo conoscono in pochi, ma per adesso Yannik Sinner sta davanti a tutti. L'ultima classifica ATP lo colloca in un'interessante 535esima posizione, frutto di una scelta effettuata lo scorso anno: dopo il Trofeo Bonfiglio (in cui giunse nei quarti) ha detto addio al circuito giovanile e si è tuffato nel professionismo. Ha giocato un finale Futures e ha messo il naso nel circuito Challenger, vincendo la sua prima partita a Ortisei, evento che si gioca in condizioni tecniche simili a quelle di Bergamo. Altoatesino come Andreas Seppi (unico giocatore ad aver vinto due volte il Trofeo Faip-Perrel), Sinner lo ricorda nell'ordine e nell'impegno che mette in tutto quello che fa, anche se ha abbandonato l'Alto Adige molto prima di quanto non avesse fatto Seppi. Attualmente fa base a Bordighera, presso il Piatti Tennis Center, ed è seguito dal giovane coach Andrea Volpini. Le aspettative sono alte e Bergamo sarà un test molto, molto importante. 
Vedi tutte le news di Champions League

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti