Champions League
0

Juve, le condizioni di Dybala: Sarri studia l'alternativa

Contro il Lione c'è il grosso dubbio legato al fuoriclasse argentino: si deciderà solo all'ultimo se schierarlo o meno titolare

Juve, le condizioni di Dybala: Sarri studia l'alternativa
© Juventus FC via Getty Images

Dybala sì, Dybala no, Dybala quando? La Joya è l’interrogativo più grande della vigilia per Maurizio Sarri. Troppo importante avere Paulo a disposizione per la notte decisiva della stagione. Altrettanto fondamentale è non rischiare di compromettere tutto magari accelerando il ritorno da titolare. Il dilemma non è di poco conto: subito in campo o partenza dalla panchina? Il tecnico ha rimandato la decisione a questa mattina. «Proveremo fino all’ultimo a recuperarlo. E’ una scelta diffi ile, non so se è recuperabile, ma so che ci proveremo fi o all'ultimo secondo» si è limitato a dire, spargendo prudenza in quantità. Troppa da sconfinare nella pretattica? Chissà. Certo è che negli ultimi giorni la fiducia e l’ottimismo erano di casa alla Continassa, visti i progressi dell’argentino nel percorso di recupero successivo all’infortunio subito nella gara dello scudetto contro la Sampdoria. Negli ultimi giorni ha svolto un programma personalizzato sul campo, affacciandosi anche in gruppo mercoledì. Ieri, nell’allenamento della vigilia, nei quindici minuti aperti ai media, il menù è stato il medesimo. Dybala non ha preso parte al torello di riscaldamento con in compagni, lavorando poi a parte con il pallone insieme a un preparatore. Probabile che poi si sia unito al gruppo nella fase successiva, invisibile agli occhi delle telecamere. Il Diez, in ogni caso, tornerà tra i convocati, su questo aspetto non sembrano esserci più dubbi. Il dubbio resta in che fase della partita possa essere impiegato. Anche su questo punto, Sarri non si sbottona: «Subito in campo o in panchina è una scelta molto difficile perché usare una sostituzione per impiegare un giocatore che non sta benissimo è sempre estremamente rischioso». Logica vorrebbe, quindi, Dybala inizialmente in panchina proprio per farne un jolly a gara in corso, specie se il risultato resta bloccato o in bilico. Spifferi dalla Continassa, però, ribadiscono che la prospettiva di una maglia da titolare non è da escludere. Si deciderà, appunto, questa mattina dopo la rifinitura.

Le alternative a Dybala

La presenza, o meno, di Dybala riguarda anche Higuain, prima e unica alternativa alla Joya. Intoccabile naturalmente Ronaldo, sarebbe il Pipita a partire titolare, nel caso Paulo fosse in principio tra i possibili subentranti. Per completare il tridente c’è il ballottaggio tra Cuadrado e Bernardeschi, con il colombiano in crescita come esterno d’attacco. In questo caso, il terzino destro sarebbe Danilo, in una difesa che, per il resto, ha soltanto certezze che rispondono alla coppia centrale De Ligt-Bonucci e ad Alex Sandro come terzino sinistro. Se, invece, Sarri scegliesse Bernardeschi, allora Cuadrado farebbe il terzino destro. Capitolo centrocampo: due maglie su tre sono già assegnate a Bentancur e Rabiot. Il terzo protagonista dovrebbe essere Pjanic: il bosniaco è perfetto per accendere la luce del gioco, con un tocco di qualità, un taglio profondo, specie con un avversario che prevedibilmente punterà al contenimento. Come alternativa, più Ramsey di Matuidi.

[[dugout:eyJrZXkiOiI3UGxlTTVUciIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]]

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti