Bruges-Lazio sarà a porte chiuse: zero spettatori, stadi serrati

Il governo belga ha scelto, non potranno entrare nemmeno pochi tifosi e invitati fino a nuovo decreto. Champions in silenzio

© EPA

ROMA - La Lazio mercoledì prossimo andrà a giocare in Belgio contro il Bruges. Secondo appuntamento della Champions League dopo la bella vittoria in casa contro il Borussia Dortmund. E allo stadio Jan Breydel non ci saranno spettatori per via della seconda ondata di Coronavirus. Il governo belga infatti, nelle ultime ore, ha vietato ai tifosi di riempire gli spalti negli impianti sportivi. E la vendita dei biglietti per la sfida Champions alla Lazio, inizialmente programmata per questa sera, è stata subito bloccata.

La Lazio batte il Borussia, ecco le reazioni della stampa europea: “La vendetta di Ciro”
Guarda la gallery
La Lazio batte il Borussia, ecco le reazioni della stampa europea: “La vendetta di Ciro”

Stop sino a data da destinarsi

A partire da oggi, venerdì, niente tifosi negli stadi. Il Comitato di consulta, che ha il compito di monitorare l’andamento del Covid nel paese in relazione allo sport, ha infatti deciso per la via drastica. No al numero limitato degli spettatori (strategia che era stata attuata per riempire gli stadi con 1/3 della capienza), no agli ospiti invitati dalle società. E nel provvedimento ovviamente, ci finisce anche il Bruges, che giocherà senza tifosi contro la Lazio. La situazione contagi in Belgio non è buona. Anche tra le squadre di registrano diversi malati. Un esempio: il Waasland-Beveren ha 17 contagiati e chiederà di posticipare, per la seconda volta di fila, la sua partita di campionato. L’ultima giornata era con l’Oostende, ora contro lo Charleroi. Il Freethiel è addirittura fermo. Nessun allenamento in questa settimana.

Lazio, Immobile a caccia di Simone Inzaghi
Guarda il video
Lazio, Immobile a caccia di Simone Inzaghi

Commenti