Juve-Benfica ad alta tensione: Joao Mario provoca i tifosi bianconeri dopo il gol

Finale di primo tempo bollente all'Allianz Stadium: l'ex interista esulta sotto la curva dei tifosi bianconeri dopo il rigore, Bonucci e Perin lo rimproverano
Juve-Benfica ad alta tensione: Joao Mario provoca i tifosi bianconeri dopo il gol© LAPRESSE
3 min
TagsPerinAllegri

Finale di primo tempo carico di tensione all’Allianz Stadium tra Juventus e Benfica. I bianconeri, subito in vantaggio grazie al gol-lampo di Arek Milik, hanno incassato un’altra decisione avversa da parte del Var proprio al 43’, quando l’arbitro Zwayer ha concesso un rigore ai portoghesi dopo on-field review per il contatto tra Fabio Miretti e Gonçalo Ramos.

Joao Mario provoca i tifosi della Juve

Penalty ineccepibile trasformato dall’ex interista Joao Mario, che ha calciato con freddezza centralmente sotto la traversa. Subito dopo la realizzazione, però, il centrocampista si è lasciato andare ad un’esultanza provocatoria nei confronti dei tifosi della Juventus, attraverso il classico “gesto delle orecchie” per stimolare la reazione dei sostenitori avversari, che già lo avevano beccato durante il primo tempo proprio per il suo passato in nerazzurro.

Da Lukaku e Lautaro a Pogba e Di Maria: la classifica degli stipendi in Serie A
Guarda la gallery
Da Lukaku e Lautaro a Pogba e Di Maria: la classifica degli stipendi in Serie A

Juve-Benfica, Bonucci e Perin rimproverano Joao Mario

Il gesto di Joao Mario ha ovviamente surricaldato il clima sugli spalti, con fischi divenuti assordanti nei confronti del giocatore, ma anche in campo, visto che il capitano della Juve Leonardo Bonucci è andato a rimproverare il portoghese. Ne è nato un capannello di giocatori attorno all’arbitro, che ha riportato la calma estraendo il cartellino giallo per lo stesso Joao Mario e per Mattia Perin, tra i più attivi nel riprendere l’avversario.

L'esperienza all'Inter di Joao Mario

Campione d’Europa nel 2016 con il Portogallo Joao Mario è stato tesserato per l’Inter tra il 2016 e il 2021, disputando però in concreto solo due stagioni e mezzo in nerazzurro, dal 2016 al gennaio 2018 e poi nel 2018-’19 dopo sei mesi in prestito al West Ham. Poi i nuovi prestiti alla Lokomotiv Mosca e allo Sporting, prima dello svincolo dall’Inter e del successivo trasferimento al Benfica, contestato dallo Sporting che aveva ottenuto dall’Inter una clausola di 30 milioni in caso di passaggio del giocatore ad un altro club portoghese, decaduta però dopo la rescissione del giocatore con la Juve. In tutto per Joao Mario con l’Inter 69 presenze e quattro reti, tutte in campionato.


Champions, i migliori video

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti