Allegri e Del Piero a bordocampo prima di Benfica-Juve: cosa si sono detti

L'ex capitano a colloquio con il tecnico nel prepartita allo stadio 'Da Luz', dove i bianconeri sono costretti a vincere per continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi di Champions League
Allegri e Del Piero a bordocampo prima di Benfica-Juve: cosa si sono detti
2 min

LISBONA (PORTOGALLO) - "Per battere il Benfica servirà menare". Questa la 'ricetta' suggerita scherzando da Alessandro Del Piero a Massimiliano Allegri, costretto con la sua Juve a vincere a Lisbona per continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi di Champions League. "Abbiamo parlato di come si approccia ad una partita così importante - ha detto prima del match ai microfoni di Sky Sport l'ex capitano bianconero, presente allo stadio 'Da Luz' dove ha scambiato qualche battuta con il tecnico livornese -. Max ha grande esperienza e partite come queste le ha già affrontate. Poi ci siamo detti altre cose che non posso rivelarvi".

Il mercato bianconero

Questo invece il giudizio sul mercato juventino: "Bremer è stato un ottimo inserimento e ha fatto bene Gli altri non li abbiamo ancora visti. Conosciamo Pogba ma non possiamo dire se la seconda avventura alla Juve sarà grandiosa come la prima. In generale si fanno i conti a fine anno, è una stagione anomala servirà vedere come rientreranno i giocatori dopo il Mondiale. Complicato oggi dare un giudizio sul mercato".

Champions e Nazionale

Del Piero ha poi fatto il punto della situazione sul calcio italiano e sulla Nazionale di Roberto Mancini, rimasta fuori dalla ormai imminente Coppa del Mondo in Qatar: "Milan e Napoli hanno fatto un percorso importante in Champions League, come anche l’Inter e hanno possibilità di qualificarsi, un bene per il movimento. I problemi sono su altri frangenti come la Nazionale e c'è preoccupazione sui talenti che non riusciamo a produrre. È un momento difficile per il calcio italiano, le buone notizie ci fanno stare bene. Stasera la Juve deve fare un’impresa e poi un’altra ancora, ma le altre tre - ha concluso l'ex bianconero - hanno la possibilità di farla".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Champions, i migliori video

Commenti