Buffon, accettata la proposta Figc: è il nuovo capo delegazione della Nazionale

L'ex portiere di Parma, Juve e Psg ha lasciato il calcio giocato e ora ripartirà dall'Italia dopo aver legato per anni il suo nome all'azzurro
2 min

Gianluigi Buffon all'età di 45 anni ha annunciato il ritiro dal calcio giocato ma è già pronto per una nuova avventura. Il campione del mondo con l'Italia nel 2006, infatti, ha appena accettato la proposta del presidente della Figc, Gabriele Gravina, di diventare capo delegazione azzurro. Proprio la Federcalcio, intanto, ha appena definito il nuovo assetto delle Nazionali.

Il commento di Buffon per la nuova avventura

Proprio sui social, dove in tantissimi gli hanno dedicato un messaggio all'annuncio del ritiro, l'ex portiere ha commentato il nuovo ruolo: "Torno in Nazionale perché quel bambino che trent’anni fa varcava per la prima volta il cancello di Coverciano ha ancora voglia di sognare e di vivere questo sogno insieme ai tifosi italiani".

Buffon riparte dall'azzurro: il nuovo ruolo

Un ruolo di prestigio per un portiere che ha legato il suo nome a quello della Nazionale avendo raccolto 176 presenze con la Nazionale maggiore senza contare le tantissime altre nelle giovanili. Buffon ha smesso dopo le ultime stagioni vissute al Parma, dove tutto aveva avuto inizio, prima di unirsi alla Juventus e, poi, al Psg. Una lunga carriera e ora, per lui, si apre un'altra porta: quella azzurra della Nazionale. Ma senza guanti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti