Italia-Ucraina, le pagelle: Frattesi funziona, Locatelli cuce

I voti della partita degli Azzurri che è valsa il sorpasso al secondo posto nel girone di qualificazione
Edmondo Pinna

Le pagelle di Italia-Ucraina 2-1

Italia

Ct Spalletti 7

Gli serviva un’Italia di sofferenza, che riuscisse a spingersi oltre l’ostacolo per tenersi il ticket per Euro 2024. L’ha disegnata come voleva, ha ricevuto le risposta che servivano. Al resto ci vorrà tempo.

Donnarumma 6,5

Respinge bene su Dovbyk, gli nega il raddoppio con un miracolo. Sicuri, qualche fischio s’è tramutato in applauso (ma nella ripresa, sotto la “sua” ex curva, un calvario...). Notato il sostegno (nel riscaldamento e a fine primo tempo) di Vicario, grande anche in questo.

Di Lorenzo 6,5

Suo il primo tiro dell’Italia, dalla distanza. Tiene bene la posizione nelle due fasi, pungente in attacco.

Scalvini 7

Un gigante, molto bene in marcatura, il cliente (Dovbyk, una specie di armadio) non è facile. E già che ci siamo, di testa sfiora la traversa in attacco.

Bastoni 6

Guardingo, accorto in difesa, puntuale nella chiusura su Dovbyk che ci eravamo persi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dimarco 6

Propulsore di palloni sulla fascia, peccato l’assist “involontario” sulla rete di Yarmolenko.

Biraghi (12’ st) 6

Entra e non sempre è preciso.

Frattesi 8

Ci chiediamo perché non giochi con continuità nell’Inter. Spalletti gli aveva appena cambiato posizione con Barella, variazione one-shot: ha funzionato. Il raddoppio è una rapina legalizzata, sublime.

Locatelli 7

Argina le avanzate dell’Ucraina, perde un pallone che poteva costarci caro. Cuce dove ci sono buchi come una sartina, colpisce una traversa che sembrava gol.

Barella 6,5

Nelle fasi iniziali guida il centrocampo, si allarga e si accentra. Forse meno brillante e continuo del solito, ma a lui è difficile rinunciare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cristante (38’ st) sv

Entrato bene, comunque.

Zaniolo 6,5

Presente, almeno all’inizio, alza il ritmo e detta il tempo del pressing. Ha un momento di calo, come gran parte degli azzurri, un po’ la fascia destra ne risente. Serve a Raspadori un pallone d’oro, impegna Bushchan dalla distanza.

Orsolini (27’ st) 6

L’ultimo arrivato nel gruppo azzurro, partecipa alla causa.

Raspadori 6,5

Doppio palleggio, col primo ruba il pallone all’avversario, col secondo spara alto un pallone d’oro. Falso nueve con licenza di impostare, funziona, Bushchan gli nega il gol nella ripresa.

Retegui (27’ st) 6

Cercando di fare da sponda per gli inserimenti.

Zaccagni 7

Recupera, approfittando dell’errore di Sudakov, il pallone che diventa quello dell’1-0, costante pericolo, prova sempre a saltare l’avversario. Spalletti l’ha voluto recuperare anche in extremis, ecco spiegato perché.

Gnonto (12’ st) 6

Ha sui piedi il pallone del 3-1, torna indietro. Però aumenta il dinamismo a destra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ucraina

Ct Rebrov 6

Qualità e palleggio, stavolta non sono bastati.

Bushchan 6

Non perfetto tecnicamente sulle respinte, ma para bene su Raspadori.

Konoplia 5,5

Spesso lascia la zolla di competenza vuota, più dinamico in attacco.

Zabarnyi 5,5

Si fa anticipare da Raspadori che per poco non lo beffa.

Kryvtsov 6

Fra due è il centrale più sollecitato, molto si svolge dalle sue parti.

Mykolenko 5

Spesso travolto dai palleggi azzurri.

Stepanenko 5,5

Poca diga, molto fumo.

Sydorchuk (28’ st) 6

Meglio di chi è uscito.

Zinchenko 6

Movimento per cercare di dare dinamismo, non sempre preciso.

Buyalski (29’ st) sv

Non si vede.

Yarmolenko 6,5

Suo il gol che mette in ambasce l’Italia.

Mudrik (13’ st) 6

Aggiunge qualcosa alla manovra.

Sudakov 5

Perde un pallone sanguinoso che costa caro ai suoi.

Tsygankov 6

Si accentra lasciando spazio d’inserimento ai compagni.

Vanat (29’ st) sv

Nulla di più, nulla di meno

Dovbyk 6,5

Impegna da solo la difesa azzurra e costringe Donnarumma a due miracoli, sul secondo arriva il gol che ci ha messo in affanno. Impressionante.

Yaremchuk (13’ st) 6

Magari qualcosa in più ci si spettava.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le pagelle di Italia-Ucraina 2-1

Italia

Ct Spalletti 7

Gli serviva un’Italia di sofferenza, che riuscisse a spingersi oltre l’ostacolo per tenersi il ticket per Euro 2024. L’ha disegnata come voleva, ha ricevuto le risposta che servivano. Al resto ci vorrà tempo.

Donnarumma 6,5

Respinge bene su Dovbyk, gli nega il raddoppio con un miracolo. Sicuri, qualche fischio s’è tramutato in applauso (ma nella ripresa, sotto la “sua” ex curva, un calvario...). Notato il sostegno (nel riscaldamento e a fine primo tempo) di Vicario, grande anche in questo.

Di Lorenzo 6,5

Suo il primo tiro dell’Italia, dalla distanza. Tiene bene la posizione nelle due fasi, pungente in attacco.

Scalvini 7

Un gigante, molto bene in marcatura, il cliente (Dovbyk, una specie di armadio) non è facile. E già che ci siamo, di testa sfiora la traversa in attacco.

Bastoni 6

Guardingo, accorto in difesa, puntuale nella chiusura su Dovbyk che ci eravamo persi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Italia-Ucraina, le pagelle: Frattesi funziona, Locatelli cuce
2
Pagina 2
3
Pagina 3
4
Ucraina