Cambiaso, la Nazionale e Spalletti: "Non me l'aspettavo. Che gioia"

Il centrocampista della Juve ha raccontato le emozioni vissute a Coverciano, poi svela una inedita squadra di calcio a 5
2 min

Grande emozione per Cambiaso dopo la convocazione in Nazionale da parte di Luciano Spalletti. Il centrocampista della Juventus sarà a disposizione per gli importanti match con Macedonia e Ucraina.

Cambiaso e le emozioni dopo la convocazione

Intervistato nel corso di Azzurri Live, Cambiaso ha raccontato così le proprie emozioni dopo la convocazione in Nazionale: "Ero in ritiro prima della partita con il Cagliari e mi ha chiamato il team manager della Juventus. Non me lo aspettavo e non ci speravo, ma è stata un'emozione fortissima che non sono riuscito a tenere dentro fino all'uscita ufficiale della lista. Ho dovuto chiamare i miei genitori e mio fratello. Mio padre è stato felicissimo ma mi ha subito detto 'complimenti ma stai tranquillo che andrai a fare il portaborracce'. Il rapporto che ho con lui è bellissimo anche per questo". Poi gli viene chiesta una squadra di calcio a 5 con i propri idoli: "Sicuramente Buffon, Maldini, Pirlo, Totti, Del Piero". 

Cambiaso e il rapporto con Spalletti

Cambiaso ha proseguito: "Spalletti ha tanta fantasia negli allenamenti e posso imparare molto da lui. Ha un calcio moderno e propositivo. Il gruppo è ottimo, formato da grandi persone e la nostra unione sarà fondamentale per le due partite di qualificazione, ma anche per il futuro. Ho avuto la fortuna di giocare nell'Under 21, ma alla chiamata in Nazionale maggiore non ero preparato. Essere, secondo Spalletti, uno dei giocatori più forti d'Italia fa effetto, è un grande traguardo e spero di rimanerci a lungo".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti