Giroud e la dedica speciale dopo il record di gol con la Francia

La gioia e l'emozione dell'attaccante del Milan dopo la rete numero 52 con la maglia dei Blues, una in più rispetto a Thierry Henry
Giroud e la dedica speciale dopo il record di gol con la Francia© Getty Images
3 min

La Francia ha spazzato via la Polonia, conquistando trionfalmente l’ingresso ai quarti di finale del Mondiale. L’ultima nazionale a riuscirci da campione in carica era stato il Brasile nel 2006, per poi venire eliminato proprio ai quarti e proprio dalla Francia.

Giroud-Mbappé, la Francia è un rullo

I Bleus però non vogliono fermarsi, trascinati dai gol della coppia d’oro Giroud-Mbappé. Per gli uomini d’oro di Deschamps è stata una giornata speciale: il centravanti del Milan è diventato il primatista di gol nella storia della nazionale francese, salendo a quota 52, uno in più rispetto a Thierry Henry, mentre il fuoriclasse è già nella storia della competizione come primo di sempre segnare 9 gol ai Mondiali prima di compiere 24 anni.

Giroud da record, la dedica ad Henry

Giroud, che dopo il gol ha mimato con le mani la lettera “T”, proprio l’iniziale del nome di Henry, è stato immediatamente celebrato dalla Federazione, attraverso un suggestivo tweet che raffigura l’attaccante su un trono. Queste le dichiarazioni rilasciate da Olivier ai microfoni di 'Tf1': "Riuscire a battere Titì era il mio grande sogno. Sono immensamente orgoglioso, in tanti mi dicevano che ce l’avrei fatta, ma non ci pensavo… Esserci riuscito al Mondiale è speciale. Adesso voglio continuare così segnando più gol possibile. In campo ho subito pensato alla mia famiglia, ai miei figli e ai miei amici".

Giroud non si accontenta: "Quarti di finale? Non ci basta"

Ora, però, vietato rilassarsi. E non solo perché lo stesso Mbappé, già a quota 32 reti in nazionale, non è poi così lontano. Giroud punta dritto al traguardo del secondo titolo mondiale: "Il mio gol oggi ci ha messo sulla strada giusta, ma abbiamo anche sofferto a tratti, poi per fortuna ne abbiamo segnati altri due. L'avventura però continua, la strada è ancora lunga. Nello spogliatoio ci siamo detti che per vivere questa esperienza insieme magnificamente, dovevamo essere uniti e così è. Siamo un bel gruppo di amici, viviamo molto bene insieme e si vede. Sono contento per la squadra che è stata premiata per i suoi sforzi. La strada è ancora lunga ma questa sera non metteremo il broncio al nostro piacere".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti