“Zhang vattene”: Milano tappezzata di striscioni della Curva Nord dell'Inter

La contestazione della parte più calda del tifo nerazzurro cresce contro la proprietà cinese. Dai social si è passati alle strade
“Zhang vattene”: Milano tappezzata di striscioni della Curva Nord dell'Inter© Inter via Getty Images
2 min

Cresce e sale la contestazione nei confronti della proprietà dell'Inter, nella persona di Steven Zhang. La Curva Nord nerazzurra, dopo aver fatto sentire il suo malcontento sui social, ha deciso di passare all'azione anche nelle vie e nelle piazze di Milano. La notte scorsa sono stati esposti diversi striscioni con un messaggio inequivocabile: “Zhang vattene”, la stessa frase che era stata postata giorni fa online.

La Curva Nord firma tutti gli striscioni

Per non essere fraintesa, la Curva Nord dell'Inter ha firmato tutti gli striscioni esposti. Ha voluto dunque rendere concreto il grido di protesta nei confronti dell'attuale proprietà nerazzurra che pure, due anni fa, aveva riportato l'Inter dopo tanto tempo a vincere lo scudetto. Ma il passato si dimentica in fretta.

Sono arrivati i problemi economici, la situazione di quest'anno piuttosto caotica e la voglia di vedere un nuovo proprietario sulla tolda di comando è cresciuta. Zhang è comunque effettivamente in cerca di una nuova proprietà. Le idee sono due: trovare un socio solido a cui affidare solo una quota di minoranza, in modo da ripagare il prestito a Oaktree e immettere anche un po' di liquidità nelle casse; oppure cedere l'intero pacchetto, ma il prezzo di 1,3 miliardi di euro scoraggia molti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inter, i migliori video

Commenti