Derby Lazio-Roma virtuale: la sfida sarà a colpi di beneficenza

Le due squadre della Capitale daranno vita ad un match tra tifosi, in un campo senza calciatori, con una palla che si muoverà spinta dal volume delle donazioni destinate al Policlinico di Tor Vergata
Derby Lazio-Roma virtuale: la sfida sarà a colpi di beneficenza

ROMA - C’è aria di derby nella Capitale, domenica 26 aprile alle ore 15 andrà in scena una stracittadina tutta particolare tra Lazio e Roma. Le tifoserie delle due squadre si sfideranno in una partita virtuale in cui a vincere sarà la solidarietà. Il tutto sarà visibile sul sito di tutticontrocovid.

Serie A, solo in pochi non vogliono giocare: la situazione
Guarda la gallery
Serie A, solo in pochi non vogliono giocare: la situazione

Il gioco

Il comunicato, diramato dalla Lazio, spiega: Tutticontrocovid – Il derby è una partita su una piattaforma virtuale di gioco: si visualizzerà un campo senza calciatori e una palla si muoverà spinta dal volume delle donazioni dei tifosi. A partire da donazioni di un minimo di 2 euro, che potranno essere effettuate con i più comuni strumenti di pagamento digitale, le tifoserie doneranno a nome dell’una o dell’altra squadra. Più una tifoseria donerà, più spingerà la palla verso la porta avversaria. Superando determinate soglie di donazione le squadre segneranno i goal della generosità. Durante la partita, sulla piattaforma sarà visibile un monitor che mostrerà una diretta streaming video con una telecronaca dell’evento. La telecronaca in diretta sarà condotta da Marco Lollobrigida, insieme a Giacomo Zanetello e Danilo da Fiumicino. Fra gli ospiti, oltre ad alcuni calciatori delle due squadre, interverranno Enrico Montesano, Giulio Scarpati, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Dino Zoff, il giovane cantante Mattia Briga, ma anche campioni e campionesse di altri sport come Margherita Panziera, Lorenzo Porzio e Simona Quadarella. Altri ospiti speciali verranno annunciati a sorpresa durante l'evento”.

L’obiettivo

Le donazioni di questo derby speciale tra Lazio e Roma andranno a sostenere il Covid Hospital romano del Policlinico universitario di Tor Vergata. Tiziana Frittelli, Commissario straordinario del PTV e Direttore Generale, spiega: “In questo momento a fare la differenza è la nostra capacità di essere veloci, facendo bene le cose. Non c’è scelta, bisogna correre e continuare a riorganizzare, implementare nuovi servizi, predisporre nuove tecnologie e attrezzature, per essere pronti a ogni evenienza. Per fare tutto questo ci servono risorse ma anche sostegno da parte di tutta la comunità. Per dare coraggio a qualcuno c'è bisogno di abbracciarlo. I tifosi di sfide se ne intendono, per questo chiediamo loro di stringersi in un grande abbraccio virtuale al Policlinico di Tor Vergata, per aiutarci a rimanere saldi e forti nel derby più importante di tutti, quello della vita contro il COVID-19”.

Coronavirus, Lucas Leiva voleva tornare in Brasile
Guarda il video
Coronavirus, Lucas Leiva voleva tornare in Brasile

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti