Baroni dopo la salvezza: "Questa squadra non molla mai e a dicembre..."

Il tecnico del Lecce: "Col Monza non è stata una partita semplice ma abbiamo concesso pochissimo. Campionato disputato con tanti giovani ed esordienti: sono orgoglioso"
Baroni dopo la salvezza: "Questa squadra non molla mai e a dicembre..."© ANSA
3 min
TagsbaroniLeccesalvezza

MONZA - Il Lecce, squadra più giovane del campionato, espugna Monza grazie al rigore di Colombo e conquista con una giornata di anticipo la salvezza in serie A. Questo il commento del tecnico dei salentini Marco Baroni, ai microfoni di Dazn"Dopo questa salvezza provo un sentimento forte, ho perso mio padre a maggio ed é la persona più importante della mia vita e avrei voluto guardarlo un'altra volta. Ho pensato a lui, alla squadra, ai direttori, a tutta la società ed ai tifosi. Questi ragazzi sono stati straordinari, se vi ricordate quando eravamo partiti gli addetti ai lavori ci davano già per retrocessi a dicembre. La squadra più giovane, é stata una squadra che se le giocata in tutti i campi con grande compattezza e con un'identità forte. E' giusto festeggiare adesso, abbiamo gestito insieme questo momento alleggerendo molto. E' un gruppo giovane, siamo stati molto bravi tutti e lavorando tanto sulla fiducia e sulla convinzione. Abbiamo dato un senso a questi meriti in settimana, abbiamo rafforzato e oggi se li sono presi tutti".

Baroni: "La salvezza? E' la vittoria del gruppo. Corono un sogno"

"E' la vittoria di tutti, quando mi sono buttato in questa avventura ho incontrato Pantaleo Corvino a casa sua e ho visto una persona che voleva fare qualcosa di importante per questo territorio. Ho rivisto il percorso della mia carriera calcistica quando arrivai dalla Roma. Mi si é aperto un sogno, ho lavorato duramente per coronarlo anche da allenatore. E' una condivisione, sono stati tutti fantastici".

Baroni: "Stagione non facile, ma questa squadra non ha mai mollato"

"E' stata una stagione non facile, ci siamo assunti grandi responsabilità insieme al direttore ed ha preso giocatori senza grandi disponibilità. Abbiamo cambiato quasi totalmente la squadra che aveva vinto il campionato, abbiamo giocato addirittura con Blin difensore centrale ma la squadra ha lavorato fin da subito. Ci ha dato tanta disponibilità e abbiamo cercato di cucire addosso il calcio che poteva fare. A volte sono venute fuori alcune lacune tecniche, c'é stato anche un momento dove facevamo benissimo ma la squadra non riusciva a tenere quel livello di classifica. La squadra non si é mai scoraggiata, ha saputo anche affrontare un periodo negativo dal punto di vista dei risultati ma mai della prestazione. Ho voluto ripercorrere i meriti di questo gruppo e abbiamo dato un significato a questi meriti. Quella di oggi era una partita difficile, abbiamo concesso pochissimo e dopo le cose si ricompensano sempre. Il rigore finale, che non ho guardato, e i compagni hanno consegnato la palla a Colombo che era il più giovane. Quando ho visto questo gesto é stato molto bello. Il momento più brutto il rigore per il Monza? Questa squadra ha il dna di una squadra che non molla mai, sta sempre dentro la partita e sa affrontare anche le difficoltà. Un campionato fatto da neopromossa e con tanti giovani e ragazzi esordienti, sono dei valori che ha sempre portato a testa alta e con orgoglio".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti