Rangnick: "Milan? Non sarebbe stato saggio cambiare allenatore"

Il tedesco parla del mancato trasferimento in rossonero: "Qualsiasi milanista si sarebbe chiesto perchè un cambio in un momento così positivo. Ora cerco un club dove vincere subito"
Rangnick: "Milan? Non sarebbe stato saggio cambiare allenatore"© EPA

MILANO - Sedotto e abbandonato. Ralf Rangnick, a lungo corteggiato dal Milan, torna sul mancato trasferimento ai rossoneri. Al Milan non solo avrebbe ricoperto il ruolo di allenatore, ma la società era pronta a concedergli pieni poteri, come quelli di cui godono i manager del calcio inglese. Poi, però, la squadra ha invertito la rotta ed è stata protagonista di un finale di stagione super chiuso con ben 12 risultati utili consecutivi (nove vittorie e tre pareggi). Tanto è bastato a Stefano Pioli per guadagnarsi la fiducia della società e la conferma anche per la prossima stagione. 

Clamoroso Milan, Pioli rinnova per due anni. Salta Rangnick

Rangnick sul mancato trasferimento al Milan

In un'intervista al Süddeutsche Zeitung Rangnick ha spiegato il motivo del mancato trasferimento in rossonero: "Il Milan da quando è ripreso il campionato ha fatto molto bene, con nove vittorie e tre pareggi, non sarebbe stato saggio andarci. Non importa da quale prospettiva si guarda tutto questo, se dalla mia o se da quella del club, non sarebbe stato saggio. Se mi mettessi nei panni dei milanisti, che si tratti di allenatori, direttori sportivi, giocatori o tifosi difficilmente avrei capito perché il Milan avrebbe voluto cambiare tutto dopo un periodo così positivo". Rangnick ha poi parlato del suo futuro: "Alla mia età sarebbe bello guidare un club che possa vincere titoli fin da subito. Nel quale non bisogna necessariamente costruire".

Pioli: "Bilancio positivo della stagione"
Guarda il video
Pioli: "Bilancio positivo della stagione"

Milan, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti