Maignan: “Il mio lavoro è studiare gli attaccanti”

Il portiere del Milan rivela come fa per affrontare le punte che partita dopo partita gli si presentano contro: “Ora tocca a Lukaku”
Maignan: “Il mio lavoro è studiare gli attaccanti”© AC Milan via Getty Images
2 min
TagsMaignanLukaku

Il suo lavoro è evitare che il pallone entri in rete. E l'anno scorso ci è riuscito piuttosto bene, diventando il miglior portiere della Serie A. Alla prima stagione nel nostro campionato. Mike Maignan, tra i pali del Milan, è una sicurezza insomma. Ma che segreto avrà? Lo svela senza problemi il numero uno francese: è un calciatore che studia molto, si informa, si aggiorna, guarda e valuta.

Maignan: “Devo capire se l'attaccante tira o passa la palla”

Maignan, che prima di vincere lo scudetto con il Milan, aveva vinto il titolo pure con il Lille, spiega: “Mi piace studiare gli attaccanti. Devo guardare più gli attaccanti che il portiere. Quando durante la partita l’attaccante viene davanti a me, io devo capire prima cosa potrebbe fare: se calcia, se fa un passaggio”.

Sabato, forse, davanti gli si presenterà Romelu Lukaku per il derby della Madonnina. Forse perché dipende dalla gravità dell'infortunio dell'attaccante belga. Niente paura, comunque, perché per allora Maignan avrà carpito anche i segreti di Big Rom: “Lukaku? Ancora non l'ho studiato. Lo studierò? Forse”. Ma una risata sorniona fa capire che di sicuro guarderà i suoi movimenti. Così come quelli di Lautaro, Correa e Dzeko, l'intero reparto offensivo dell'Inter.

Milan, Juve, Napoli e Inter: le formazioni delle avversarie di Champions
Guarda la gallery
Milan, Juve, Napoli e Inter: le formazioni delle avversarie di Champions


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Milan, i migliori video

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti